Cloro nell’omogenizzato di frutta: ritirato intero lotto

La segnalazione è arrivata al sistema di allerta europeo Rasff dalla Germania e riguarda un lotto dell'omogenizzato alla frutta BabyLove prodotto dall'azienda tedesca DM Drogerie Market e distribuito sul territorio nazionale. Secondo l'avviso europeo, la frutta proverrebbe dall'Italia: l'azienda ha riscontrato residui di cloro in un barattolo durante un autocontrollo

Pubblicato da Lorena Cacace Mercoledì 10 gennaio 2018

Cloro nell’omogenizzato di frutta: ritirato intero lotto
L’omogenizzato ritirato in Germania/DM.de

Un lotto di omogenizzato alla frutta è stato ritirato in Germania per la presenza di cloro in un barattolo. L’avviso, pubblicato sul sito della Salute tedesco e sul Sistema di Allerta europeo Rasff, riguarda l’omogenizzato BabyLove prodotto dall’azienda tedesca DM Drogerie Markt al gusto mela, lampone e fragola da 190 gr, con scadenza al 05/07/19: secondo quanto conferma l’azienda in un comunicato, sono state ritrovate tracce di cloro in un barattolo durante un autocontrollo. Il ritiro è stato ordinato per motivi precauzionali in quanto non è escluso che altri barattoli presentino tracce di cloro. Ancora da chiarire il riferimento riportato sul sito del Rasff con numero di riferimento 2018.0066 del 09/01/2018 che parla di “frutta proveniente dall’Italia”.

Per i consumatori italiani non dovrebbero esserci problemi visto che l’omogenizzato BabyLove della DM non è commercializzato in Italia e il ritiro è scattato al momento nella sola Germania. L’azienda infatti, come specificato sul sito, nel 2012 aveva provato ad aprire un mercato in Italia, senza però riuscirci. Il riferimento alla frutta proveniente dall’Italia è presente solo nel lancio dell’avviso sul Rasff ma non sul sito della Salute tedesco né sul comunicato del produttore.

Il richiamo è stato chiesto dall’azienda tedesca dopo aver trovato tracce di cloro in un barattolo del lotto con scadenza 05/07/19 perché non si può escludere che anche altre confezioni possano avere tracce di clorato.

Come spiegato dallo stesso produttore, il clorato può essere presente negli alimenti tramite il cloro usato per la disinfezione degli alimenti o delle apparecchiature: i livelli di cloro nell’omogeneizzato alla frutta Babylove (28,9 mg/kg – ppm) sono pericolosi per la salute perché potrebbero limitare la capacità del sangue di assorbire ossigeno e inibire l’assorbimento di iodio.

L’azienda ha chiesto di non consumare il prodotto e di restituirlo, anche già aperto, per il rimborso.