Formaggi ritirati, l’azienda non rispettava i requisiti igienici

Al momento, secondo quanto indicato nel richiamo pubblicato sul sito del Ministero della Salute, non sono noti i numeri di lotti, né le scadenze, dei prodotti che sono stati sottoposti a ritiro dal mercato. Ecco i dettagli disponibili.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 27 ottobre 2017

Formaggi ritirati, l’azienda non rispettava i requisiti igienici
Immagine generica non legata ai fatti / Pixabay

Caserta: formaggi freschi e stagionati ritirati da un’azienda poiché, secondo i controlli condotti dall’ASL, non rispettavano i criteri igienico-sanitari previsti dalla legislazione comunitaria vigente, per le fasi di produzione di prodotti caseari. Al momento, secondo quanto indicato nel richiamo pubblicato sul sito del Ministero della Salute, non sono noti i numeri di lotti, né le scadenze, dei prodotti che sono stati sottoposti a ritiro dal mercato. Vediamo in ogni caso, i dettagli forniti dal Ministero.

Caserta, formaggi ritirati: i dettagli

Richiamo formaggi

Denominazione di vendita dei prodotti ritirati: caprino pimpinella, caprino semistagionato, conciato, conciato romano, crusca caprino, Due Latti Foglia.
Nome società: Azienda Agricola Le Curti di Carmine Bonacci, Via Curti 5/A, Giano Vetusto, 81042 (CE)
Motivo del ritiro: prodotti in stabilimento non registrato, né riconosciuto e privo dei requisiti igienico-sanitari previsti dalla legislazione comunitaria vigente. Mancata evidenza che il latte crudo utilizzato per la preparazione dei formaggi soddisfi i criteri stabiliti dalla normativa vigente

I prodotti caseari sottoposti a ritiro venivano impiegati anche per la vendita online.

Per conoscere tutti i dettagli del richiamo, cliccate qui.