Colchicina al posto dello zafferano nel risotto: coppia morta a Folgaria, Trento

Una coppia di 70enni ha perso la vita in Trentino per aver condito un risotto con dell’erba velenosa che era stata scambiata per zafferano

Pubblicato da Kati Irrente Mercoledì 20 settembre 2017

Colchicina al posto dello zafferano nel risotto: coppia morta a Folgaria, Trento
A destra il fiore di zafferano, a sinistra la colchicina velenosa / foto

Marito e moglie sono morti avvelenati per aver mangiato un risotto che era stato insaporito con un’erba raccolta in montagna. L’erba in questione si chiama colchicina, e somiglia vagamente allo zafferano. I due coniugi avevano raccolto alcune parti della pianta e avevano poi condito un risotto prima di mangiarlo.

A fare luce sulla morte dei due anziani, 70 anni lui e 69 lei, è stata l’autopsia. L’esame sui cadaveri ha permesso di capire che la coppia è stata avvelenata dall’ingestione di un’erba velenosa raccolta in montagna, la colchicina, scambiata per zafferano e usata per la preparazione di una pietanza.

Sono morti così Giuseppe Agodi, 70 anni di Cona (Venezia), ex cancelliere del giudice di pace di Cavarzere e Cona che ha perso la vita il primo settembre, e la moglie Lorenza Frigatti, 69, colpita da un malore pochi giorni dopo il marito e poi morta il 18 settembre. I due avevano appena trascorso una vacanza a Folgaria (Trento).