Mangia sushi e muore a 33 anni: indagato ristoratore asiatico

La marocchina aveva pranzato in un fast food asiatico vicino Cesena

Pubblicato da Francesco Minardi Giovedì 27 aprile 2017

Mangia sushi e muore a 33 anni: indagato ristoratore asiatico


Una donna è morta dopo aver mangiato sushi presso un ristorante asiatico. Il titolare è stato indagato per omicidio colposo. È successo la sera di Pasqua dopo che una 33enne marocchina si era recata a pranzo in un fast food asiatico di Savignano, vicino Cesena, insieme al marito e al figlio di cinque anni.
Mentre il bambino non ha avuto problemi, sia lei che il marito si sono sentiti male, avvertendo forti dolori allo stomaco e vomitando. Mentre l’uomo si è ripreso, la situazione di lei è degenerata. La donna, infatti, ha cominciato a respirare male e si è fatta accompagnare all’ospedale di Cesena, dove è entrata in coma ed è morta dopo cinque giorni nel reparto di rianimazione. Il titolare del ristorante risulta indagato come atto dovuto: i carabinieri del Nas e la procura, in attesa dei risultati dell’autopsia, devono capire se la causa del malore mortale è stato qualche cibo ingerito.