Davide Vannoni arrestato: continuava a praticare il metodo Stamina all’estero

Davide Vannoni, padre del metodo Stamina, è stato arrestato con l'accusa di aver continuato a praticare la terapia all’estero, nonostante il divieto

Pubblicato da Francesco Minardi Mercoledì 26 aprile 2017

Davide Vannoni arrestato: continuava a praticare il metodo Stamina all’estero


Davide Vannoni, padre del metodo Stamina, è stato arrestato con l’accusa di aver continuato a praticare la terapia all’estero. Il metodo Stamina, considerato inefficace e demolito da tutto l’ambiente scientifico, era costato a Vannoni già una condanna in Italia.

DAVIDE VANNONI E IL METODO STAMINA

Davide Vannoni avrebbe proseguito nella somministrazione del metodo Stamina, in particolare in Georgia e nell’Europa dell’Est, nonostante il divieto assoluto. Per questo è stato arrestato, nella sua casa di Torino, con l’accusa di associazione a delinquere.

Vannoni aveva presentato il metodo Stamina come la terapia rivoluzionaria che, grazie all’infusione di cellule staminali, avrebbe curato alcune malattie neurodegenerative. Il metodo Stamina aveva ricevuto molto risalto mediatico grazie a Le Iene, ma aveva anche provocato la dura reazione di medici e scienziati, che ne avevano contestato la validità scientifica. Del resto Vannoni, che non è nemmeno un medico ma un laureato in scienze della Comunicazione, si era sempre rifiutato di svelare i contenuti della presunta scoperta alla comunità scientifica. Nel 2013 il ministero della Salute aveva definito il metodo Stamina una cura priva di ogni base scientifica, vietandone la somministrazione.