Prete contro gay e Unioni Civili: ‘Gli omosessuali meritano la morte’

Omelia shock del parroco sardo

Pubblicato da Kati Irrente Lunedì 13 giugno 2016

Don Massimiliano Pusceddu dall’altare, lo scorso 28 maggio 2016, ha lanciato un’omelia al vetriolo contro le Unioni Civili e soprattutto contro i gay. Il parroco di Decimoputzu, in provincia di Cagliari, ha in pratica sostenuto che “Gli omosessuali, secondo il giudizio di Dio, meritano la morte” perché la famiglia è quella fatta da uomo e donna, “così ci ha insegnato Gesù Cristo”.

La legge sulle Unioni Civili è “sbagliata perché contraria alla Bibbia che è parola dell’Altissimo“, ha proseguito il parroco Massimiliano Pusceddu, ex pugile ed ex esorcista, che per articolare il suo discorso ha citato la lettera di San Paolo ai romani:

Il ‘leader’ del movimento Apostoli di Maria ha poi continuato: “L’uomo ha iniziato ad accoppiarsi con l’uomo e la donna con la donna, così Dio li ha abbandonati a passioni infami. Sono colmi di ingiustizia, cupidigia, malizia, sono pieni d’invidia, di omicidio, malignità, di lite, di frode, e sono diffamatori, maldicenti e nemici di Dio. Pur conoscendo il giudizio di Dio, cioè che gli autori di tali cose meritano la morte, non solo le commettono, ma anche approvano chi le fa”.