Il latitante che si nascondeva con champagne e gamberoni

E' stato arrestato a Spilinga, nel vibonese, Nunzio Manuel Callà, un latitante di 28 anni che era sfuggito all'arresto nel 2003 nell'ambito dell'operazione Gringia contro il clan Patania.

Pubblicato da Gianluca Rini Giovedì 13 novembre 2014

Il latitante che si nascondeva con champagne e gamberoni

Arrestato a Spilinga, nel vibonese, Nunzio Manuel Callà, di 28 anni, latitante dal marzo del 2013 dopo essere sfuggito all’arresto nell’ambito dell’operazione Gringia contro il clan Patania. L’uomo è stato trovato in un casolare di campagna dove si nascondeva insieme a Bruno Pisano, a sua volta arrestato per favoreggiamento.

Gli arresti sono stati effettuati dalla squadra mobile di Vibo Valentia e di Catanzaro. Nel nascondiglio sono stati trovati anche champagne, gamberoni e 9500 euro in contanti, insieme a documenti sui quali sono in corso accertamenti. L’accusa per Callà è di essere legato al boss Pantaleone Mancuso, e del tentato omicidio ai danni di Francesco Scrugli, nel febbraio del 2012 a Vibo Valentia, oltre che di porto abusivo di arma da guerra, con l’aggravante delle modalità mafiose.