Fabrizio Capecelatro

Giornalista, scrittore e conduttore radiofonico

Nato e cresciuto a Milano, Fabrizio Capecelatro si sente napoletano "di spirito". Giornalista, è Content Supervisor del quotidiano online «NanoPress». Cura le rubriche "La mafia è Donna" sul magazine femminile online «PourFemme»; “JUST NOW!” sulla rivista «NOW!» e “Squarci” su «L’espresso napoletano».
In passato ha collaborato con radio e con importanti testate nazionali, tra cui «il Giornale» e «il Fatto Quotidiano».
È autore del libro-intervista "Lo Spallone - Io, Ciro Mazzarella, re del contrabbando", edito da Mursia nel 2013 e de “Il Falegname”, edito da Rogiosi Editore nel 2015, e attualmente è impegnato alla stesura di un nuovo libro-testimonianza sulla camorra.
È docente del corso "Le mafie intorno a noi" presso la Società Umanitaria di Milano.

Articoli di Fabrizio Capecelatro

Patto fra Italia, Germania e Austria: è già successo e non finì bene…neanche per gli italiani

Patto fra Italia, Germania e Austria: è già successo e non finì bene…neanche per gli italiani

I tre signori nella foto qui sopra sono, per chi non lo sapesse, (da sinistra) Horst Lorenz Seehofer, Ministro dell’Interno della Germania; Herbert Kickl, Ministro dell’Interno dell’Austria, e Matteo Salvini, Ministro dell’Interno dell’Italia. Questi tre, per conto dei loro Paesi, hanno stretto un accordo soprannominato “l’asse dei volenterosi”. Qualcosa di simile a quanto era già […]

Salvini contro Saviano, ma non contro le mafie

Salvini contro Saviano, ma non contro le mafie

Roberto Saviano risponde alle provocazioni del Ministro degli Interni Matteo Salvini definendolo il "ministro della malavita". Si riaccende la polemica fra i due che divide l'Italia intera sulla questione "scorta" e utilizzo dei soldi pubblici.

Il giorno prima della legalità

Il giorno prima della legalità

La gente non si interessa di mafia, o forse non se n'è mai interessata, non tanto perché è superficiale e strafottente, ma spesso perché ha altri problemi, più quotidiani e concreti, da dover affrontare.

I falsi moralismi su scorte di Stato e auto blu

I falsi moralismi su scorte di Stato e auto blu

I politici ormai fanno a gara per chi si inventa soluzioni più fantasiose per dimostrare ai propri elettori di essere diversi dagli altri nell'utilizzo di auto blu e scorte di Stato. Ma è davvero questo il problema?