Picasso, Monet e Cézanne, a New York vendite per 420milioni di Euro

Tre quadri di Picasso, Monet e Cézanne, sono stati venduti all’asta per un totale di quasi 166 milioni di euro, confermando la vivacità del mercato dell’arte, anche in questo periodo di crisi economica.

Femme nue Couchée di Picasso
Femme nue Couchée di Picasso – NanoPress.it

Un Picasso venduto a 67,5 milioni di dollari

In una vendita di arte moderna da Sotheby’s a New York martedì sera, un totale di oltre 420 milioni di euro è stato pagato per opere di artisti tra cui Picasso, Monet, Cézanne, Gauguin, Magritte, Dalí e Renoir.

Dieci opere vendute per più di 10 milioni di dollari ciascuna, in un’asta trasmessa in diretta su Instagram, che ha attirato quasi 20.000 spettatori. La Femme nue Couchée di Pablo Picasso, una sensuale rappresentazione della musa e amante dell’artista, Marie-Thérèse Walter, come una creatura marina multiforme, è stata venduta per 67,5 milioni di dollari.

E’ uno dei prezzi più alti mai raggiunti per un ritratto della compaga di Picasso, la cui relazione con lo scrittore iniziò, quando la ragazza aveva solo 17 anni. Altre sei opere di Picasso sono state vendute all’asta, tra cui L’Étreinte, che raffigura un uomo e una donna che si abbracciano in una camera da letto, per un prezzo di 14,1 milioni di dollari.

Le Grand Canal et Santa Maria della Salute di Claude Monet, completata nel 1908, è diventata la veduta di Venezia più preziosa dell’artista, ed è stata venduta all’asta per 56,6 milioni di dollari. Un altro Monet, Les Arceaux de Roses, Giverny, è stato venduto per 23,3 milioni di dollari.

Dopo l’asta, il battitore della serata, il Signor Lampley ha dichiarato: “Due giganti dell’arte moderna – Pablo Picasso e Claude Monet – si sono affrontati stasera come alfieri del mercato  Entrambe le opere hanno messo in mostra gli artisti al culmine dei loro poteri, ognuno dei quali rappresenta un distinto momento di trasformazione che giocherebbe un ruolo fondamentale nella definizione delle rispettive carriere”.

La terza asta più ricca di sempre

La Clairière (la radura) di Paul Cézanne, che ha fruttato 41,7 milioni di dollari, è stato uno dei tre dipinti impressionisti classici venduti dal Museo d’arte di Toledo. Gli altri erano Nu s’essuyant di Pierre-Auguste Renoir e Fleurs ou Fleurs Devant un Portrait di Henri Matisse.

Grand Canal et Santa Maria della Salute di Claude Monet
Grand Canal et Santa Maria della Salute di Claude Monet – NanoPress.it

Un terzo delle opere in vendita non veniva messo all’asta da almeno 20 anni. Sotheby’s ha detto che i collezionisti in Asia sono stati molto attivi nelle offerte, un segno distintivo delle recenti aste di alto profilo.

Helena Newman, responsabile mondiale dell’arte impressionista e moderna di Sotheby’s, ha affermato che le vendite totali dell’asta – la terz più preziose nella storia della casa d’aste – sono state “testimonianza della domanda continua di opere impressioniste classiche e moderne da parte dei nostri collezionisti di tutto il mondo.

“Abbiamo riscontrato prezzi elevati su tutta la linea per le opere dei giganti dell’arte moderna, da Monet e Cézanne fino a Modigliani, Matisse, Picasso, Giacometti e de Kooning, a testimonianza della continua statura di questo periodo artistico nel mercato internazionale”.

Questa settimana, si è tenuta una seconda asta di opere moderne e contemporanee, della collezione di Harry e Linda Macklowe,  ha realizzato un totale di 246,1 milioni di dollari. La vendita è stata ordinata da un giudice, come parte dell’accordo di divorzio della coppia.

La prima tranche, che è andata sotto il martello del battitore lo scorso novembre, è stata venduta per 676 milioni di dollari, portando il totale della raccolta a oltre 922 milioni di dollari.