Il Canada introduce una legge per ‘congelare’ la vendita di pistole

Il governo del Canada ha introdotto una legislazione per attuare un “blocco nazionale” sulla vendita e l’acquisto di pistole come parte di un pacchetto di controllo delle armi, che limiterebbe anche le capacità dei caricatori e vieterebbe alcuni giocattoli che sembrano pistole.

Justin Trudeau
Justin Trudeau – NanoPress.it

Il Canada prende provvedimenti seri sulle armi

La nuova legislazione, che riprende alcune misure che erano state accantonate l’anno scorso durante le elezioni nazionali, arriva appena una settimana dopo che un uomo armato ha ucciso 19 bambini e due insegnanti nella loro classe a Uvalde, in Texas.

Il primo ministro Justin Trudeau ha detto ai giornalisti che le nuove misure erano necessarie poiché la violenza armata stava aumentando. “Dobbiamo solo guardare a sud del confine per sapere che se non agiamo con fermezza e rapidità, le cose peggioreranno sempre di più e diventerà sempre più difficile contrastarle”, ha detto.

Il congelamento della pistola conterrebbe eccezioni, anche per tiratori sportivi d’élite, atleti olimpici e guardie di sicurezza. I canadesi che già possiedono pistole sarebbero autorizzati a tenerle. Le autorità non si aspettano una corsa alle pistole in previsione del congelamento, in parte perché sono già così pesantemente regolamentate, ha affermato un funzionario in un briefing.

Il Canada ha una legislazione sulle armi più forte rispetto agli Stati Uniti, ma mentre il suo tasso di omicidi con armi da fuoco è inferiore a un quinto del tasso degli Stati Uniti, è superiore a quello di altri paesi ricchi ed è in aumento. Nel 2020 era cinque volte il tasso dell’Australia. Il tasso in ciascun anno del 2020 e del 2017 è stato il più alto del paese almeno dal 1997, secondo Statistics Canada.

Il Canada ha vietato la vendita e l’uso di circa 1.500 modelli di armi d’assalto, come il fucile AR-15, due anni fa sulla scia di una sparatoria di massa a Portapique, in Nuova Scozia, una mossa che alcuni proprietari di armi da fuoco affermano di contestare in tribunale. Intervenendo a fianco di Trudeau, il ministro della Pubblica Sicurezza Marco Mendicino ha confermato “l’imminente avvio della fase iniziale” di un programma per riacquistare e risarcire i possessori di tali armi.

Vietate anche le ‘pistole giocattolo’

Mentre i liberali hanno una minoranza di seggi in Parlamento, la legislazione potrebbe essere approvata con il sostegno del Nuovo Partito Democratico di sinistra. La normativa prevista impedirebbe a chiunque sia soggetto a un ordine di protezione o che abbia commesso violenza domestica o stalking di ottenere o mantenere una licenza di armi da fuoco.

David Lametti
David Lametti – NanoPress.it

Richiederà anche la modifica permanente dei caricatori a pistola lunga in modo che non possano mai contenere più di cinque colpi e vieterà la vendita e il trasferimento di caricatori di grande capacità. Le nuove leggi vieterebbero anche alcuni giocattoli che sembrano pistole vere, come i fucili softair.

La scorsa settimana la polizia di Toronto ha sparato e ucciso un uomo che trasportava una pistola a pallini. “Poiché hanno lo stesso aspetto delle vere armi da fuoco, la polizia deve trattarle come se fossero vere.

Ciò ha portato a tragiche conseguenze“, ha detto ai giornalisti il ​​ministro della Giustizia David Lametti. Tom Stamatakis, presidente della Canadian Police Association, ha accolto con favore alcune delle mosse, come le disposizioni sulla “bandiera rossa” in caso di violenza domestica, e ha affermato di volere maggiori informazioni sull’applicazione e risorse per misure come il congelamento delle armi.

Stamatakis ha completamente sostenuto una repressione delle armi false, che ha detto essere una “grande sfida”. “Non è possibile distinguere tra cos’è un’arma da fuoco replica e cosa è un’arma da fuoco reale, in particolare quando queste incidenze che coinvolgono armi da fuoco replica si verificano spesso in circostanze molto dinamiche e in rapida evoluzione”.

Rod Giltaca, il capo della Canadian Coalition for Firearm Rights, ha affermato che il congelamento della pistola è stato “assurdo”. Ha affermato che le autorità non stavano utilizzando gli strumenti che già avevano per affrontare la violenza armata, come chiamare le persone elencate come riferimenti nelle domande di licenza di armi.