Paesi dove si mangia carne di cane: la mappa dell’orrore

Il consumo di carne canina è duro a morire in certe regioni asiatiche. La nazione che guida il consumo di carne di cane nel mondo è la Cina, nella quale c'è anche un festival nazionale

da , il

    cane
    Foto di De Repente/Shutterstock.com

    Discutere delle tradizioni culinarie, soprattutto in luoghi lontani culturalmente e geograficamente, è sempre esercizio rischioso: tuttavia riguardo i Paesi dove si mangia carne di cane la questione sembra unire le sensibilità più disparate, anche di chi non si dichiara apertamente animalista o vegetariano, e all’interno di quegli stessi Paesi le popolazioni autoctone sembrano prendere sempre di più le distanze verso tali crudeli tradizioni. Ma quali sono i Paesi dove si mangia carne di cane ancora oggi? Ecco la mappa dell’orrore, da cui abbiamo escluso solo le popolazioni dell’estremo nord di Alaska o Groenlandia, le quali si nutrono di carne di cane solo in circostanze estreme di emergenza, quando nessun altro cibo è disponibile.

    Una precisazione: sono moltissimi i paesi in cui mangiare carne di cane non è espressamente proibito dalla legge, ma ciò nonostante il consumo di carne canina non avviene perché contrario al sentimento comune dei cittadini che considerano i cani animali d’affezione.

    Abbiamo inoltre inserito alcuni paesi specifici, come il Messico o la Svizzera, perché recentemente il sensazionalismo giornalistico ha trasformato casi isolati in abitudini nazionali.

    Cina

    carne di cane
    Foto di Grigvovan/Shutterstock.com

    La passione della Cina per la carne di cane è nota in tutto il mondo anche per il crudele festival di Yulin che ha scatenato polemiche e proteste crescenti non soltanto all’estero, ma anche in patria: i nostri amici quattro zampe sono considerati su questi lidi una fonte di cibo sin dai tempi di Confucio.

    Nella vicina Taiwan invece la carne di cane per uso alimentare è stata ufficialmente proibita nel 2017, con sanzioni fino a 250mila dollari taiwanesi (circa 8mila euro). Ma le abitudini sono dure a morire e occasionalmente in qualche banchetto dei mercati tradizionali avvengono dei sequestri.

    Vietnam

    carne di cane vietnam
    Foto di Asia Images/Shutterscock.com

    Anche il Vietnam ha una tradizione di lunga data: i pasti a base di carne di cane vengono considerati un cibo di lusso da consumare al ristorante ad ora di cena.

    Indonesia

    Nella cultura autoctona denominata Toba Batak è previsto come piatto tradizionale il saksang, una sorta di stufato con appunto carne di cane. Il consumo della carne di cane in Indonesia è un controsenso, dal momento che la religione ufficiale è l’Islam, che considera il cane come un animale impuro. Si stima che in Indonesia vengano tuttora uccisi 1 milione di cani l’anno per consumo alimentare. L’associazione Dog Meat Free Indonesia si batte per una legge che tuteli i cani.

    Coree

    Nelle due Coree la carne di cane viene chiamata gaegogi, ed è un ingrediente alla base anche di una tradizionale zuppa denominata bosintang. Ma qualcosa si muove, almeno nella Corea del Sud: nel dicembre del 2016 la città di Seongnam, la cui popolazione sfiora il milione di abitanti, ha vietato la macellazione dei cani ed ha chiuso il macello comunale, il maggiore del paese.

    Svizzera

    Una rondine non fa primavera, per cui inseriamo la Svizzera solo per specificare che la bufala secondo la quale nel paese elvetico si mangerebbe abitualmente carne di cane è, appunto, solo un’invenzione giornalistica. La notizia è stata diffusa anni or sono quando un giornale locale pubblicò una notizia secondo la quale nei cantoni rurali di Appenzello e San Gallo sopravviverebbe la tradizione di mangiare salsicce di cane. La legge svizzera non vieta esplicitamente il consumo di carne di cane, ma ciò nonostante mangiare carne di cane non è un’abitudine nazionale ma un fatto che può avvenire sporadicamente in determinate aree rurali.

    Messico

    Il Messico fa parte di questo elenco perché nei tempi antichi gli aztechi consumavano carne di cani chiamati itzcuintli. Nel 2015 ha destato scalpore la storia di una ristoratrice di Tijuana che avrebbe servito carne di cane ad ignari clienti. Si trattava di un ristorante cinese. I messicani non si nutrono di carne di cane.

    Polinesia

    In Oceania vigeva un’antica tradizione legata alla carne di cane: quando nel 1769 gli europei vennero a contatto con le popolazioni di Tahiti e delle altre isole della Polinesia il consumo della carne di cane era abituale. La tradizione è andata via via diminuendo fino a scomparire.

    Filippine

    Torniamo nel sud-est asiatico: nelle Filippine, in particolare nella città capitale di Manila, un’ordinanza vieta espressamente l’uccisione e la vendita di cani a fini alimentari. La legge nazionale ammette l’uccisione di determinati tipi di animali in determinate circostanze.