Video sulle notizie più importanti dall'Italia e dal mondo

Vittorio Sgarbi spiega cos'è l'arte contemporanea

    Vittorio Sgarbi commenta a Nanopress l'ultimo episodio di 'fraintendimento' artistico e ci spiega cos'è davvero l'arte contemporanea. Un ragazzo di 17 anni ha lasciato un paio di occhiali sul pavimento del MoMa di San Francisco e i visitatori li hanno scambiati per un'opera d'arte. "Gli oggetti sono entrati nei musei, rivalutando il rapporto per cui il museo è fatto per contenere cose belle: qualunque cosa entri in un museo diventa bella, cioè degna di essere vista", ci spiega il noto critico d'arte. Ecco perché il giovane ha fatto più che bene, anzi, "ha interpretato perfettamente questa situazione: ha preso un oggetto qualunque che potrebbe essere per un artista una testimonianza autobiografica" e l'ha reso arte. "Non c’è differenza tra l’opera di un artista famoso e uno non famoso", perché quello che conta è l'effetto in chi guarda. Non è allora l'arte contemporanea a essere difficile perché chiunque dopo un po' "capisce che è una truffa, un trucco", quello di rendere qualunque cosa, in maniera molto facile, un'opera d'arte. Nulla distingue l'opera di uno sconosciuto da quella di un artista famoso, ci dice, anzi forse una sola cosa: il fatto di essere famoso.


    Intervista di Lorena Cacace

    Leggi l'articolo: Vittorio Sgarbi a NanoPress: ‘Qualunque cosa può essere arte' [INTERVISTA]

    Guarda altri video di: Interviste, Cultura

    Venerdì, 27 Maggio 2016