Video sulle notizie più importanti dall'Italia e dal mondo

Migranti: per la Cassazione devono conformarsi ai nostri valori

    La Cassazione ha stabilito "è essenziale l'obbligo per l'immigrato di conformare i propri valori a quelli del mondo occidentale, in cui ha liberamente scelto di inserirsi, e di verificare preventivamente la compatibilità dei propri comportamenti con i principi che la regolano e quindi della liceità di essi in relazione all'ordinamento giuridico che la disciplina". In altre parole gli immigrati che hanno scelto di vivere nel mondo occidentale hanno 'l'obbligo' di conformarsi ai valori della società nella quale hanno deciso 'di stabilirsi', ben sapendo che 'sono diversi' dai loro.

    Secondo la Cassazione, "in una società multietnica la convivenza tra soggetti di etnia diversa richiede necessariamente l'identificazione di un nucleo comune in cui immigrati e società di accoglienza si debbono riconoscere. Se l'integrazione non impone l'abbandono della cultura di origine, in consonanza con la previsione dell'art. 2 della Costituzione che valorizza il pluralismo sociale, il limite invalicabile è costituito dal rispetto dei diritti umani e della civiltà giuridica della società ospitante".

    La Prima sezione penale della Suprema Corte ha infatti deciso la condanna di un indiano Sikh che a Goito (Mn) deteneva in pubblico un kirpan, un coltello 'sacro' lungo quasi venti centimetri, secondo i precetti della sua religione. L'uomo dovrà quindi pagare duemila euro di ammenda, la pena che era già stata stabilita dal Tribunale di Mantova, nel 2015, per fatti che risalgono al 6 marzo del 2013.

    Guarda altri video di: Cronaca

    Martedì, 16 Maggio 2017