Messenger di Facebook: non aprite quel messaggio

Un video dove comparite è in realtà l'esca per farvi cliccare su un link che poi installa plugin, scarica malware e spia tutto quello che fate sul telefono

da , il

    Messenger di Facebook: non aprite quel messaggio

    Attenzione alla truffa hacker che gira sul Messenger di Facebook, il servizio di messaggistica del social network. Arriva infatti un messaggio con il quale si informa la vittima della sua presenza in un video, con tanto di nome del ricevente, emoji con faccia stupita e, naturalmente, un link. Non dovete assolutamente cliccarci sopra perché rischiate di concedere l’accesso ai malintenzionati della rete.

    Cliccando sul link, infatti, si viene paracadutati su un finto canale di YouTube, dove è nascosto un file pronto per essere scaricato. Si tratta infatti di una pagina Google Doc, che simula quella del noto portale di condivisione video. C’è anche l’immagine del profilo della vittima e, in sovrimpressione, il tasto Play. L’utente pensa dunque di cliccare e vedere il video in cui compare, invece si aprono numerosi altri siti web che sono poi in grado di carpire informazioni personali, installando allo stesso tempo pericolosi plugin.

    Non basta. Il telefono viene riempito di spam, il messaggio inconsapevolmente viene replicato dal primo utente ai propri contatti. Propagandosi proprio come un virus. In alcuni casi, il malware è ancora più sofisticato e in grado, dunque, di registrare qualsiasi azione si compia sul proprio smartphone. Dal numero di carta di credito ad altri dati di accesso. Dunque, come potrete intuire, è meglio non aprire quel portale. Quel messaggio su Messenger, insomma. Vera e propria porta di accesso all’hacker.

    Diffidate naturalmente anche dai messaggi ricevuti da amici intimi che, a loro volta, potrebbero già essere caduti nella trappola del pirata informatico ed essere diventati dunque ‘complici’ involontariamente, infettando gli altri telefoni. In caso riceviate questo tipo di messaggi, non solo non aprite i link, ma cancellateli per evitare poi di cliccarli per sbaglio.