Google SOS Alerts, ecco le nuove funzioni da utilizzare in caso di emergenza

Sul noto motore di ricerca e su Google Maps debuttano una serie di funzionalità utili nelle situazioni di pericolo

da , il

    Dopo il Safety Check di Facebook (tool per facilitare le comunicazioni in caso di emergenza) arriva il Google SOS Alerts. Si tratta di un sistema composto da un insieme di funzioni da utilizzare in caso di pericolo, presente sia all’interno del famoso motore di ricerca dell’azienda di Mountain View, sia in Google Maps. Scopriamo, quindi, tutte le sue caratteristiche e come utilizzarlo.

    Google SOS Alerts, la tecnologia al servizio dei momenti d’emergenza

    Google SOS Alerts

    Il funzionamento di Google SOS Alerts è semplice ed immediato; durante una crisi o una situazione di pericolo, spiega Google, se si cerca sul motore di ricerca l’accaduto o il luogo in cui è in corso un’emergenza, si troverà come primo risultato un “SOS Alert”. Scendendo nel dettaglio si tratta di una serie di notizie, mappe, aggiornamenti delle autorità locali, numeri telefonici per le emergenze e traduzioni delle frasi più utili. Inoltre a seconda dell’evento e della posizione dell’utente sarà anche possibile ricevere una notifica direttamente sullo smartphone relativa ad un SOS Alert. Notifiche che saranno disponibili anche su Google Mappe sempre su smartphone, dove sarà introdotta un’icona dedicata. Su Maps verranno forniti aggiornamenti ancora più dettagliati, ad esempio sul traffico, sulla chiusura delle strade e sui tempi di percorrenza.

    In definitiva Google SOS Alerts è uno strumento decisamente efficace vista la capillare diffusione degli smartphone, in grado di fornire utili informazioni in situazioni di emergenza. Una piattaforma che si affianca ad altri servizi da utilizzare nei momenti di crisi come Safety Check di Facebook e Google Person Finder.