Come aumentare i nostri follower su Instagram

Tutti i metodi, più o meno leciti, per avere success sul social delle foto

da , il

    Come aumentare i nostri follower su Instagram

    Instagram è uno dei social network più amati poiché permette a chiunque di aprirsi un account gratuito, pubblicare foto (che possono essere modificate e migliorate con moltissimi filtri), condividere video e vedere i contenuti pubblicati dai vip di tutto il mondo, dai cantanti ai calciatori, dagli attori ai politici etc.

    Proprio come su Twitter, infatti, anche su Instagram è possibile seguire e farsi seguire, perciò per molti scatta una vera e propria competizione a conquistare più follower. In questo articolo vedremo quindi alcuni tutti i principali metodi per aumentare i nostri follower su Instagram, dalle tecniche più semplici e gratuite ai servizi professionali a pagamento.

    Prima di parlare di come aumentare il numero di follower è d’obbligo ricordare che Instagram è il social network delle foto, perciò la regola base da tenere sempre a mente è semplice: più foto belle e particolari pubblicheremo, più follower e mi piace otterremo. C’è anche una seconda regola altrettanto utile, essere attivi; per far sì che qualcuno decida di seguire il nostro profilo dobbiamo farci notare, e il modo per farlo è sempre lo stesso: pubblicare, pubblicare, pubblicare.

    Condividere le foto su altri social network

    Uno dei modi più rapidi ed efficaci per aumentare i nostri follower su Instagram è, ovviamente, aumentare il nostro pubblico: per farlo è molto utile condividere le nostre foto anche su altri social network, come Facebook e Twitter. In questo modo i nostri post raggiungeranno una platea più ampia e di conseguenza avremo più probabilità di conquistare nuovi seguaci. Collegare il nostro account Instagram con Facebook e Twitter è facilissimo: clicchiamo sull’icona del nostro account (quella con l’omino, in basso a destra) e poi sull’icona dell’ingranaggio: adesso andiamo su “Opzioni” e poi su “Account collegati”, infine selezioniamo Facebook e Twitter dalla lista dei social network disponibili. Dopo aver fornito l’autorizzazione per la pubblicazione delle foto su Facebook e Twitter, Instagram pubblicherà automaticamente le nostre foto e i nostri video anche sui due social network; dovremo solo ricordarci, in fase di pubblicazione, di selezionare l’apposita opzione di condivisione su Facebook e Twitter.

    La scelta degli Hashtag

    I contenuti che pubblichiamo su Instagram avranno molto più peso (ovviamente in termini di visibilità) se utilizzeremo degli hashtag popolari e collegati al contenuto della foto o del video in questione. Attenzione quindi a non cadere nell’errore di riempire le nostre foto di hashtag popolari ma che non hanno nulla a che vedere con la foto che abbiamo postato, perché gli utenti ormai se ne accorgono facilmente (e si infastidiscono) e potremmo rischiare anche di essere penalizzati dagli algoritmi di Instagram.

    Un sito molto utile per sapere quali sono gli hashtag più popolari del momento è Websta, dove sono indicati i 100 hashtag più usati su Instagram. Un servizio identico lo offre anche Top Hashtag. Un altro elemento da considerare è la lingua: essendo un social network utilizzato in tutto il mondo, su Instagram regna l’inglese, perciò un altro consiglio per aumentare la visibilità dei nostri contenuti (e, di conseguenza, i nostri follower) è utilizzare hashtag e didascalie in inglese, in modo che la nostra foto possa essere trovata anche da utenti di altri Paesi.

    Interagire con gli utenti

    Per farsi notare su Instagram, oltre a pubblicare foto e video esteticamente belli e dai contenuti interessanti, è molto utile interagire con gli altri utenti. Del resto, anche Instagram è un social network. Ma qual è un buon modo per interagire? Sicuramente quello di ringraziare chi mette “mi piace” ai nostri contenuti, magari chiedendogli anche cosa gli piacerebbe vedere sul nostro profilo.

    Interagire con igers che hanno interessi simili ai nostri è un altro ottimo sistema per ottenere (e allo stesso tempo dare) visibilità, poiché col tempo può nascere un rapporto di collaborazione reciproca in cui le nostre foto migliori vengono “ripostate” dagli utenti nostri amici e noi ripubblichiamo le loro.

    Estremamente utile è poi interagire con i follower delle star di Instagram, facendoci notare scrivendo commenti e cercando di promuovere il nostro account (ovviamente senza esagerare, a nessuno piace lo spam).

    Acquistare follower e like

    Si fa su Facebook e, ovviamente, si può fare anche su Instagram: parliamo dell’acquisto di follower. Sono molti i servizi che permettono di aumentare, a pagamento, i nostri seguaci sui social network. Nonostante non sia certo molto onorevole come tecnica, è un metodo rapido ed utile (soprattutto per i profili aziendali) per farsi pubblicità e farsi seguire da molte persone. Anzi, in certi casi è l’unico modo per poter competere con la concorrenza. Anche perché, per finire tra le foto e i video più popolari di Instagram, è necessario avere un altissimo numero di followe (e di like). Insomma, a mali estremi, estremi rimedi.

    Applicazioni e bot

    Oltre ai siti specializzati, ci sono anche delle applicazioni per smartphone che permettono di aumentare la nostra popolarità su Instagram: tra le più famose citiamo Follower Free e 1.000 Follower, due app molto semplici da usare. Esse si basano su un sistema di crediti: seguendo persone o mettendo “mi piace” alle loro foto accumuleremo crediti che, raggiunta una determinata soglia, potremo utilizzare per comprare like o follower.

    Se però iniziamo a seguire utenti a caso – viene spontaneo chiedersi – ci ritroveremo il profilo pieno di persone di cui non ci interessa nulla… per risolvere il problema possiamo utilizzare CrowdFire. È un’app che toglie automaticamente il “Segui” a tutti gli utenti che non hanno ricambiato il follow, garantendoci quindi un account Instagram più pulito.

    Infine, ci sono i bot. Uno dei più famosi è Instagress, che è stato chiuso da poco su richiesta di Instagram. Si trattava di un bot in grado di automatizzare quasi tutte le azioni (seguire e smettere di seguire, mettere like, scrivere commenti…), il tutto in cambio di un abbonamento di pochi euro al mese. Adesso che Instagress non è più disponibile, chi volesse optare per un bot può scegliere tra almeno quattro servizi: Captivate (solo per utenti iOS), Followers Assistant (per Android), Stim e Massplanner, che svolgono le stesse identiche funzioni di Instagress, e in certi casi anche di più.