iPhone 8, riconoscimento facciale 3D al posto delle impronte digitali?

Secondo gli ultimi rumors il nuovo melafonino potrebbe abbandonare il sensore Touch ID per utilizzare una tecnologia di autenticazione che riconosce il nostro viso

da , il

    Il nuovo iPhone 8 potrebbe avere un sistema di riconoscimento facciale 3D al posto del Touch ID. L’indiscrezione è apparsa ieri sul sito KGI, una fonte molto affidabile per quanto riguarda il mondo Apple. Nuovo “colpo di scena” quindi, dal momento che tutti (o quasi) gli analisti concordavano sul fatto che iPhone 8 avrebbe avuto ancora il sensore di impronte digitali ma integrato nel display, quindi senza un tasto fisico.

    Secondo gli ultimi rumor, invece, Apple starebbe attualmente testando un sistema di scanning completo del viso (l’intera forma del volto) basato su un nuovo sensore 3D e, forse, anche uno scanner dell’iride.

    I designer di Cupertino starebbero lavorando per aumentare la velocità del sensore affinché riesca ad identificare un viso e sbloccare l’iPhone in poche centinaia di millisecondi. Inoltre, il sensore 3D sarebbe anche in grado di riconoscere i visi quando il telefono è appoggiato su un tavolo o una qualsiasi superficie piana. Questo nuovo sistema garantirebbe anche un maggior grado di sicurezza, poiché gli scanner 3D utilizzano più dati rispetto ai sensori di impronte digitali.

    Il sistema di riconoscimento facciale e dell’iride presente sul Samsung Galaxy S8 si può aggirare con una fotografia – è vero – ma si tratta di uno scanner 2D. Apple invece, con uno scanner 3D, dovrebbe essere in grado di assicurare un maggior livello di sicurezza; anche se, trattandosi appunto di una questione di cyber security, siamo piuttosto sicuri che lo scanner 3D verrà inserito su iPhone 8 solo se passerà tutti i test del caso.

    Se si può discutere sull’opportunità di inserire i propri dati biometrici in un altro sistema, la possibilità che lo scanner 3D di iPhone 8 possa integrarsi con le nuove funzioni di realtà aumentata di Apple è molto intrigante. Ulteriori rumors vogliono che il nuovo iPhone abbia un chip dedicato all’intelligenza artificiale per migliorare le funzioni di riconoscimento vocale e facciale ed aumentare l’autonomia della batteria.

    Un altro aspetto da valutare è se il sensore 3D porterà con sé anche delle funzioni di riconoscimento gestuale, portando quindi il multi touch di Apple ad un livello ancor più avanzato…