iPhone 8, il nuovo Touch ID potrebbe causare ritardi nell’uscita

Apple non avrebbe ancora deciso dove posizionare il nuovo sensore, e ciò potrebbe far slittare l’uscita del nuovo melafonino a ottobre o novembre

da , il

    L’iPhone 8 potrebbe uscire in ritardo di alcuni mesi. E tutto per colpa del nuovo Touch ID. Apple generalmente lancia i nuovi modelli di melafonino nel mese di settembre, ma quest’anno l’evento potrebbe essere rimandato ad ottobre o novembre, poiché – sembra – l’azienda di Cupertino non avrebbe ancora preso una decisione definitiva riguardo il posizionamento del nuovo Touch ID, il sensore di impronte digitali di iPhone.

    Il sito AppleInsider riporta infatti un’analisi effettuata dalla Arcuri Cowen and Company secondo cui Apple starebbe pensando di inserire il Touch ID di iPhone 8 in un tasto fisico sotto il display (quindi senza un vero tasto fisico) o sul retro del dispositivo. Il problema è che il metodo esatto per modificare la posizione del sensore ancora non sarebbe stato trovato. Le opzioni al vaglio sarebbero tre: praticare un piccolo foro sul vetro del display per inserire un sensore ottico o ad ultrasuoni; assottigliare l’area dello schermo in prossimità del sensore o integrare un “sensore pellicola” nel display sfruttando la tecnologia capacitiva o ad infrarossi.

    Lo scenario attuale va visto quindi sotto due aspetti: il lato positivo è che Apple dovrebbe quindi confermare le (moltissime) voci che parlano di un Touch ID integrato nel display di iPhone 8; il rovescio della medaglia è che, date le suddette problematiche, l’uscita del tredicesimo modello di iPhone potrebbe subire dei ritardi.

    Per i più impazienti c’è però una buona notizia (o, meglio, indiscrezione): è possibile che Apple decida di presentare a settembre iPhone 7S e iPhone 7S Plus, gli altri due modelli che usciranno con iPhone 8. Melafonini che sì, saranno tecnologicamente inferiori al top di gamma, ma rappresenteranno sicuramente un’evoluzione dell’attuale iPhone 7.