Lo smartphone di Donald Trump è un Samsung Galaxy S4 ultrasicuro

Lo smartphone di Donald Trump è un Samsung Galaxy S4 ultrasicuro
da in Cellulari, Donald Trump, Smartphone, Tecnologia, Mariano Rajoy
Ultimo aggiornamento: Lunedì 23/01/2017 12:38

    Donald Trump con Mike Pence,parla ai suoi sostenitori

    Quale smartphone l’uomo del momento Donald Trump porterà nel taschino interno della propria giacca? Naturalmente, il neo-eletto presidente degli Stati Uniti d’America dovrà necessariamente utilizzare un modello ultrasicuro, non convenzionale e modificato. Nello specifico, parliamo di un Samsung Galaxy S4 che già era in dotazione di Barack Obama. Di cosa si tratta? Configurato in modo opportuno per rispettare tutti i protocolli di sicurezza, non può effettuare chiamate, scattare foto né inviare SMS, non può accedere a Google Play ma installare solo una limitata lista di software selezionate dalla DISA (Defense Information Systems Agency) e potrà accedere alla rete militare SIPRNet. E gli altri politici famosi?

    Barack Obama ha abbandonato dopo diverso tempo il proprio amato Blackberry in favore di un Samsung Galaxy S4 sistema operativo Android e speciale software di sicurezza: è l’esempio di come i politici debbano necessariamente seguire indicazioni precise di sicurezza (e di marketing?) invece che i gusti personali. Andiamo a scoprire tutti gli smartphone recenti dei leader più famosi, con sorprese mica male, visto che Blackberry risulta essere il più amato dalla maggioranza, più ancora che Android (poco gettonato) e iPhone, che tra i suoi estimatori ha anche lo spagnolo Mariano Rajoy e il thailandese Yingluck Shinawatra.

    Come mai Angela Merkel non punta su uno smartphone tedesco? Forse semplicemente perché un cellulare prodotto a Berlino non esiste, se non qualche società minore non così appetibile. La cancelliera ha dunque optato per un cavallo non così vincente come Blackberry Z10, con il nuovo sistema operativo BB10 che da noi non ha fatto sfracelli, ma che nella sua borsetta si gode pure una cover luccicante con logo e bandiera tedeschi. Anche il britannico David Cameron è un fan di Blackberry.

    Matteo Renzi ama i prodotti della Apple e lo testimonia utilizzando Macbook e anche l’immancabile iPhone, impreziosito da cover sempre simpatiche e originali. Sembra sia un modello iPhone 5 e non un iPhone 5S: a Firenze era apparsa recenemente una giga-pubblicità di una società mobile italiana secondaria che invitava Renzi a “comprare italiano”.

    Il dittatore nord-coreano Kim Jong-Un non poteva certo farsi riprendere con in mano un Samsung o un LG degli odiatissimi rivali della Sud Corea: il giovane figlio del Caro Leader è stato immortalato più volte con un phablet HTC Butterfly prodotto in Taiwan e non con il tanto pubblicizzato Arirang che è stato prodotto interamente in patria, uno dei suoi grandi vanti. Che figuraccia.

    Il presidente russo Wladimir Putin è stato fotografato con un MTS-Glonass 945, orgoglio tecnologico di Mosca visto che si propone come l’antagonista con sistema operativo Android dell’americano iPhone. Da notare che Glonass è il network satellitare antagonista del GPS.

    Il partito dei fanboy di Apple vede tra le proprie schiere anche il francese Francois Hollande che non si stacca mai dal proprio iPhone 5, anche durante eventi ufficiali per controllare email di lavoro (o inviti galanti?). È curioso notare che in questa classifica manchi un esponente del Windows Phone party dato che nessun politico mondiale attuale è stato ancora paparazzato con un Nokia Lumia ad esempio. Uffici di marketing, pensateci.

    856

    PIÙ POPOLARI