Nintendo Classic Mini ufficiale: la (introvabile) console retro

Nintendo Classic Mini ufficiale: la (introvabile) console retro

Amatissima dai nostalgici, è però difficile da trovare visto che è andata letteralmente a ruba

    Nintendo Classic Mini ufficiale: la (introvabile) console retro

    Il nuovo idolo dei nostalgici dei videogames storici è ufficialmente acquistabile, risponde al nome di Nintendo Classic Mini ed è un vero e proprio feticcio in quanto a design, funzionalità e innovazione perché all’interno di un corpo del tutto identico a quello del NES troviamo una raccolta fondamentale per gli appassionati e nuovi componenti moderni. Anche il prezzo è molto buono, c’è solo un difetto: per giocarci si dovrà prima acquistare e attualmente è esaurito dato che era stato prenotato in massa nella scorsa tarda primavera e non disponeva peraltro di numeri così alti di esemplari ordinabili. Scopriamone di più.

    Partiamo dal fondo ossia dal prezzo: costa 59,99 euro il feticcio Nintendo Classic Mini NES che al proprio interno include una selezione notevole di ben 30 giochi preinstallati pronti all’uso solo da selezionare e poi da godere. Quali sono? Ecco l’elenco:

    * Balloon Fight
    * BUBBLE BOBBLE
    * Castlevania™
    * Castlevania II: Simon’s Quest™
    * Donkey Kong
    * Donkey Kong Jr.
    * DOUBLE DRAGON II: THE REVENGE
    * Dr. Mario
    * Excitebike
    * FINAL FANTASY®
    * Galaga™
    * GHOSTS‘N GOBLINS™
    * GRADIUS™
    * Ice Climber
    * Kid Icarus
    * Kirby’s Adventure
    * Mario Bros.
    * MEGA MAN™ 2
    * Metroid
    * NINJA GAIDEN®
    * PAC-MAN™
    * Punch-Out!! Featuring Mr. Dream
    * StarTropics
    * SUPER C™
    * Super Mario Bros.
    * Super Mario Bros.

    2
    * Super Mario Bros. 3
    * Tecmo Bowl™
    * The Legend of Zelda
    * Zelda II: The Adventure of Link

    Nomi meravigliosi, che riportano subito alla memoria pomeriggi interi spesi in sfide infinite con i propri amici. Dopo, c’era chi poteva usare emulatori su computer o smartphone/tablet oppure versioni online. Ma ritornare a giocare sulla TV, collegando questa versione piccina con il moderno HDMI per l’alta definizione, non ha davvero prezzo in termini di emozioni. Certo, la versione standard ha solo un controller e necessita pure di un cavo di prolunga perché è un po’ corto, ma non sono problemi. La chicca? Tra le varie modalità di visualizzazioni, oltre a quella quadrata e allargata c’è anche quella dei TV CRT. Cosa sarebbe migliorabile? Non c’è possibilità di ampliare la collezione ad esempio con una cartuccia né salvare/cambiare giochi dal controller.

    373

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Curiosità TechTecnologiaVideogiochi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI