Proteggere la privacy su iPhone: come farlo in 5 mosse

Proteggere la privacy su iPhone: come farlo in 5 mosse

Scopriamo come tutelare la riservatezza dei nostri dati sul melafonino

da in Guide Tech, How To Tecnologia, iPhone, Privacy, Tecnologia
Ultimo aggiornamento:
    Proteggere la privacy su iPhone: come farlo in 5 mosse

    Chi tiene in modo particolare alla propria privacy, possiede un iPhone e vuole proteggere qualsiasi aspetto, deve sapere che lo smartphone di casa Apple può essere impostato in modo tale che ciò avvenga con maggiore accuratezza. Si tratta di settare una serie di funzioni che si trovano sparse fra le impostazioni del melafonino e che noi stiamo per indicarvi tutte.

    Attivando questa opzione si consente all’iPhone di connettersi automaticamente soltanto a reti Wi-Fi conosciute. In tutti gli altri casi occorrerà concedere l’autorizzazione prima di poter accedere a nuova rete. Per attivare l’opzione basta andare su Impostazioni/Wi-Fi e quindi spuntare Richiedi accesso reti.

    Per proteggere la propria privacy su iPhone si può intervenire anche sulla raccolta dei dati utilizzati da tutti gli inserzionisti. Andando su Impostazioni/Privacy/Pubblicità si può quindi attivare Limita raccolta dati. Se lo si fa si decide di non ricevere più messaggi pubblicitari in base ai propri interessi. Il numero dei messaggi pubblicitari resta invariato ma gli stessi potrebbero risultare meno rilevanti.

    Attraverso il codice di sblocco si può impedire a terze persone di accedere a tutte le funzionalità del nostro iPhone.

    Si tratta di uno dei metodi più sicuri per impedire che il nostro smartphone, una volta finito in mano di altre persone, diventi per loro un modo per poter accedere a tutta una serie di dati potenzialmente molto importanti (mail, messaggi e così via…). La soluzione migliore, in questo caso, è quella di impostare un codice di sblocco alfanumerico (ossia composto sia di lettere sia di numeri). Per farlo basta andare su Impostazioni/Touch ID e codice/Cambia codice/Opzioni codice/Codice alfanumerico personalizzato. La soluzione più estrema prevede anche che il contenuto dell’iPhone venga cancellato tutto dopo che per dieci volte qualcuno ha tentato di inserire il codice di sblocco. Tale funzione è attivabile sempre nella schermata Touch ID, scorrendo fino giù in fondo e cliccando su Inizializza dati.

    Oltre al codice di sblocco dell’iPhone potrebbe essere utile attivare anche il caro vecchio codice PIN per la SIM. Per poterlo fare basta andare su Impostazioni/Telefono/PIN SIM e procedere con l’attivazione.

    Quando abbiamo impostato il passcode all’iPhone possiamo limitare anche le attività che si possono eseguire quando il telefono è bloccato. Per farlo è necessario recarsi su Impostazioni/Touch ID e codice/Consenti accesso se bloccato e disattivare tutte le voci o quelle che interessano.

    539

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Guide TechHow To TecnologiaiPhonePrivacyTecnologia

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI