Truffa Whatsapp: attenzione al buono da 500€ di IKEA

Truffa Whatsapp: attenzione al buono da 500€ di IKEA

La nuova truffa che spopola su Whatsapp sfrutta il nome dell'azienda svedese e può portare a gravi conseguenze

da in Sicurezza Informatica, Tecnologia, WhatsApp
Ultimo aggiornamento:
    Truffa Whatsapp: attenzione al buono da 500€ di IKEA

    Il mondo delle truffe online non è mai privo di nuove entrate e questa volta andiamo ad esaminare la truffa del buono di 500€ fasullo da IKEA che sta spopolando su Whatsapp. Per gli utenti più esperti, è alquanto facile scoprire una truffa, sia essa via e-mail o via smartphone, ma per chi non è avvezzo alla tecnologia cerchiamo di spiegare come funziona questa nuova frode e come evitarla senza rischiare alcun danno economico.

    truffa ikea

    La famosa compagnia svedese IKEA ha da poco dato l’annuncio che una nuova truffa sta dilagando su Whatsapp, una truffa che usa il nome dell’azienda per invogliare gli utenti a cascare nel tranello. Il tutto si svolge come un semplice sondaggio: arriva un messaggio sull’app di messaggistica istantanea che promette di mettere in palio “1 dei 150 buoni da 500€ disponibili” se si risponde ad alcune domande inerenti alla vostra esperienza con la catena di negozi IKEA e a dove vorreste che l’IKEA più vicina a voi fosse costruita. Se fosse solo una semplice perdita di tempo, non ci sarebbero problemi, ma rispondendo alle domande, i truffatori riescono a rubare alcuni dati presenti sul vostro smartphone ed attivare, in alcuni casi, servizi di abbonamento a pagamento. Inutile dire che molte persone, credendo di fare un favore ad amici e parenti, hanno inoltrato il sondaggio permettendo alla truffa di espandersi molto velocemente e facendo scattare l’allarme. La Polizia di Stato avverte gli utenti sulla propria pagina Facebook, mentre dall’IKEA arriva la conferma che si tratti di una grande truffa e che le forze dell’ordine siano già state messe in movimento per far luce sull’accaduto.

    Difendersi da questa truffa è molto molto semplice: non rispondete alle domande. È stato provato che questa truffa è inoffensiva se non si risponde alle domande del questionario, per cui, bisogna aprire gli occhi e leggere bene quello che vi è scritto, oltre a, ovviamente, non diffondere il messaggio.

    Per quanto possa essere subdolo, questa truffa online è stata davvero ben studiata e, facendo pressione sulla voglia delle persone di risparmiare qualche soldo, ha visto una diffusione ad una velocità davvero esponenziale. Speriamo che con la nostra guida i vostri dati possano essere al sicuro da questo nuovo attacco telematico.

    459

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sicurezza InformaticaTecnologiaWhatsApp
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI