Mark Zuckerberg in Italia tra terremoto, Papa e lezioni di Facebook

Mark Zuckerberg in Italia tra terremoto, Papa e lezioni di Facebook
da in Facebook, News Tecnologia, Tecnologia
Ultimo aggiornamento:
    Mark Zuckerberg in Italia tra terremoto, Papa e lezioni di Facebook

    Mark Zuckerberg è da qualche giorno in Italia, più precisamente ha iniziato la propria trasferta dal lago di Como con la moglie per festeggiare il matrimonio degli amici Sofia e Daniel Ek, che è il fondatore di Spotify per poi proseguire con una visita a Modena al celebre ristorante di Massimo Bottura e terminare il breve trip con un soggiorno a Roma sia per incontrare Papa Francesco sia per un interessante incontro programmato all’Università Luiss. Scopriamo tutto dopo la continuazione, leggendo anche le dichiarazioni di Zuck e visualizzando le foto che ha caricato su Facebook.

    AGGIORNAMENTO: incontrato anche Renzi.

    Partiamo dal matrimonio dell’amico Ek. Il co-fondatore di Facebook lo ha descritto come “Io lo conosco come ottimo amico e padre attento”. Poi ha dato appuntamento alla Capitale: “Domani sarò a Roma per un Townhall Q&A con la nostra community alle ore 16. Non vedo l’ora di parlare con voi!”. Quel domani significa oggi 29 agosto, per le “Lezioni di Facebook” che saranno trasmesse anche in tempo reale in streaming sul web. Scopriamo di più su questo evento organizzato presso l’Università Luiss di Roma. Come vi abbiamo già riportato, il co-fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, si trovava dunque in Italia per appuntamenti importanti. Uno che riguarda più propriamente la sfera privata e l’altro quella pubblica.

    C’è un rapporto particolare che lega Mark Zuckerberg all’Italia e in modo particolare alla città di Roma dove quattro anni fa trascorse alcuni giorni della luna di miele con la moglie Priscilla Chan: “Roma ha un posto speciale nel mio cuore. A scuola ho studiato latino e storia antica per diversi anni e mi piace visitare le abitazioni dei miei personaggi storici preferiti, come Augusto, che creò la Pax Romana, 200 anni di pace mondiale“. Si è poi recato anche al ristorante Francescana di Massimo Bottura e non ha mancato una visita all’acetaia Villa San Donnino per degustazioni.

    Tornando all’evento di oggi, come seguire le botte e risposte di Zuckerberg? Dalle ore 16.00 sarà attivo il live direttamente dal profilo pubblico di Mark su Facebook. Risponderà lui direttamente, in inglese nemmeno a dirlo. Poco prima dell’inizio incontrerà anche alcuni startupper del programma Enlabs ossia gruppi di giovani imprenditori italiani che sperano di entrare nella sfera di interesse del bilionario classe ’84.

    Papa e Zuckerberg

    Oggi anche l’emozione dell’incontro con il Pontefice, ecco le parole di Mark: “Priscilla e io abbiamo avuto l’onore di incontrare Papa Francesco al Vaticano. Gli abbiamo raccontato quanto ammiriamo il suo messaggio di misericordia e tenerezza e come lui abbia trovato nuovi modi di comunicare con le persone di ogni religione in tutto il mondo. Abbiamo anche parlato dell’importanza di connettere le persone, specialmente in quelle parti del mondo senza accesso ad internet. Gli abbiamo regalato un modello di Aquila (foto su NDR) ,il nostro aeroplano a energia solare che distribuirà connettività Internet nelle zone che non lo hanno. Abbiamo, inoltre, condiviso l’impegno della Chan Zuckerberg Initiative ad aiutare le persone in tutto il mondo. È un incontro che non dimenticheremo mai. Riesci a percepire il suo calore e la sua gentilezza, e quanto profondamente abbia a cuore l’aiutare le persone”.

    Zuckerberg Renzi

    Infine, l’incontro con il premier Matteo Renzi: “Questo pomeriggio Priscilla e io abbiamo incontrato il Primo Ministro italiano Matteo Renzi.

    Abbiamo parlato del terremoto della scorsa settimana e di come la community Facebook in Italia e in tutto il mondo si sia unita per aiutare le persone a ricominciare. Abbiamo anche parlato di come la tecnologia sta aiutando a creare posti di lavoro e far crescere l’economia italiana. Ho riferito al primo ministro di essere particolarmente entusiasta del lavoro che si fa in tutta Europa sull’intelligenza artificiale. Come parte del progetto di ricerca Facebook sull’Intelligenza Artificiale, stiamo donando 26 potenti server GPU a gruppi di ricerca in diversi Paesi europei – incluso uno all’Università di Modena e Reggio Emilia – qui in Italia. Hanno un grande programma di intelligenza artificiale e computer vision, e questa nuova tecnologia si spera possa aiutare gli studenti e i professori fare ancora di più. Ecco una nostra foto mentre reggiamo un vero server dal data center Facebook, che vuole rappresentare uno dei server per l’intelligenza artificiale che stiamo donando per aiutare la ricerca in tutta Europa”. E c’è ancora chi stenta a credere che Facebook è a tutti gli effetti una delle nazioni più popolate e influenti al mondo, con Zuck come sovrano.

    Ecco il tweet dell’account di Palazzo Chigi:

    Renzi con Zuck

    E il post di Priscilla Chan, moglie di Zuckerberg: “Mark e io abbiamo avuto l’onore di incontrare Papa Francesco e parlare della nostra missione comune: raggiungere ed essere al servizio di tutti quelli che lo necessitano.È stata un’esperienza speciale, occasione per relazionarci con lui nella sua lingua nativa: lo spagnolo. Mi sento motivata e benedetta nel continuare il nostro lavoro con la Chan Zuckerberg Initiative.”

    Priscilla Mark Papa

    C’è stata anche una polemica su una dichiarazione di Zuckerberg in merito alla donazione alla Croce Rossa Italiana: “Quando ho saputo del terremoto sono stato molto triste e la prima reazione è stata chiedersi se c’era una qualsiasi cosa da fare per aiutare. La cosa più importante è il nostro safety check, con il quale ogni volta che c’è un disastro si può dire ai propri amici che si sta bene. Ma volevamo fare di più e abbiamo iniziato a lavorare con la Croce Rossa. Abbiamo donato 500 mila euro e messo a loro disposizione la piattaforma di Facebook per tutto quello che possa loro servire“. In realtà non è stato un versamento di denaro da utilizzare subito, qualcosa insomma di estremamente utile, ma una donazione in spazi pubblicitari per promuovere attività della CRI sul territorio. Qualcosa che a Facebook non costa praticamente nulla e che allo stesso tempo, però, può ritornare in modo consistente in termini di immagine. Un po’ come quando ha dichiarato, poco dopo: “Mi ha anche colpito un ristorante che ha postato nel suo profilo Facebook che per ogni piatto di amatriciana darà un euro per gli aiuti ai terremotati. Ha anche inviato gli altri ristoranti a fare lo stesso e ora oltre 700 ristoranti hanno aderito. E questo mostra le potenzialità del nostro strumento“. Una pesante e rumorosa caduta di stile che, in più, è stata anche messa in risalto da Zuck stesso.

    1308

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FacebookNews TecnologiaTecnologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI