Android 7.0 Nougat: le novità e le info sull’aggiornamento

Android 7.0 Nougat: le novità e le info sull’aggiornamento
da in Android, Prodotti Tecnologia, Tecnologia
Ultimo aggiornamento: Giovedì 24/11/2016 07:17

    Android N 7

    La nuova versione del sistema operativo di Google risponde al nome di Android 7.0 Nougat e si propone di offrire sempre più servizi e funzionalità per gli smartphone moderni. Tra tante novità interessanti, la prima brutta notizia riguardava la “fine-vita” di Nexus 5 che non sarà infatti portato all’ultima versione dell’OS ma rimarrà comunque a disposizione di update di sicurezza. Tutte le grandi società si stanno muovendo non solo per implementare Nougat (e non Nutella, come sembrava in un primo momento) sui dispositivi in uscita e per portarlo in aggiornamento a quelli di ultima tornata (e magari pure penultima). Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

    Se è vero come è vero che LG V20 sarà il primo cellulare intelligente a vedere la luce di Nougat già fuori dalla scatola e se è altrettanto prevedibile che i futuri Nexus ottobrini lo piazzeranno al vertice delle offerte software, non è una novità che saranno proprio i modelli con il marchio di Google i primi a poter godere di questo update. Nello specifico parliamo di Nexus 6, Nexus 5X e Nexus 6P, dei tablet Nexus 9, del trasformabile Pixel C e il set top box Nexus Player. Come già specificato, ciccia per Nexus 5. E le grandi marche? Sony scalda i motori per Xperia Z3 Plus, Xperia Z4 Tablet, Xperia Z5, Xperia Z5 Compact, Xperia Z5 Premium, Xperia X, Xperia XA, Xperia XA Ultra e Xperia X Performance. Aspettiamoci aggiornamenti repentini anche per Note 7, S7 e S7 Edge di Samsung oltre che di LG G5.

    Le novità sono tantissime, circa 250 e elencarle tutte risulterebbe non soltanto noioso ma anche inutile. Riassumiamo dunque le principali e più interessanti. Oltre alla correzione di bug e ottimizzazioni nelle prestazioni e consumo energetico, senza dimenticare la sicurezza, il nuovo Android aprirà alla multi-window ossia visualizzazione multi-finestra per utilizzare due app in contemporanea senza affaticare troppo il sistema. Niente di nuovo, ma finalmente diventa uno standard. Si potrà interagire/rispondere alle notifiche senza aprire l’app principale. Sarà finalmente supportato il multi-linguaggio con ricerche e risultati non limitate a un idioma, ma nativamente a tutte quelle con le quali il sistema è compatibile. Arriveranno 72 nuove emoji. Lato tecnico, con la piattaforma Daydream i produttori si potranno adeguare a un unico standard, per una realtà virtuale unificata che dovrebbe dare una propulsione netta al settore.

    Come aggiornare? Serve pazienza dato che lo smartphone – sempre che sia tra quelli che si aggiornerà – richiederà tempo. Quando sarà pronto invierà una notifica in automatico per procedere al download del pacchetto installante poi farà tutto da sé. Come sempre suggeriamo di utilizzare una rete Wi-Fi per non incidere troppo sul traffico dati e di effettuare un backup completo dei dati, per sicurezza. Evitare categoricamente file esterni da fonti incerte, ma seguire sempre e solo i percorsi ufficiali.

    576

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI