Il robottino corriere che viaggia sul marciapiede

Il robottino corriere che viaggia sul marciapiede

Una novità che arriva dall'Estonia e che promette di abbattere i tempi di consegna e l'inquinamento

da in Curiosità Tech, Robot, Tecnologia
Ultimo aggiornamento:
    Il robottino corriere che viaggia sul marciapiede

    Il futuro delle consegne di pacchi in città? Secondo i due co-fondatori di Skype, gli estoni Ahti Heinla e Janus Friis, potrebbe essere questo simpatico robottino che viaggia in modo autonomo sui marciapiedi per portare prodotti non ingombranti e urgenti come cibo oppure oggetti che servono subito. I test proseguiranno tra Regno Unito, Germania e Svizzera (sono già 8000 i km messi in cascina nei mesi scorsi) e la novità porta appunto la firma della società Starship Technologies, fondata nel 2014. I robottini potranno viaggiare in un raggio di 3-5 km a una velocità compresa tra 6 e 16km/h e potranno ovviare a traffico pedonale e ostacoli grazie al loro interno hitech.

    Troviamo infatti un processore Nvidia Tegra K1 e una serie di sensori infrarossi e ultrasonici, ma anche un set di videocamere per poter monitorare l’area a 360 gradi. Come funziona questo sistema? Una volta ordinato il pacco viene caricato all’interno del robottino, che raggiungerà la destinazione in 15-30 minuti. Con un PIN univoco si potrà aprire il sarcofago e prendere il malloppo, poi l’automa farà ritorno in magazzino. Ci saranno, naturalmente, sistemi di sicurezza per eventuali furti o manomissioni. Intanto, il tanto atteso drone Amazon Prime Air in grado di consegnare pacchetti in 30 minuti è stato svelato nientemeno che da Jeremy Clarkson ossia l’ex-presentatore di Top Gear lo scorso novembre. Trattasi di un velivolo automatico senza pilota che può agganciare beni e trasportarli a destinazione a tempo di record, così che da quando si clicca sul pagamento a quando si apre la scatola non sia passato più del tempo necessario a prepararsi e mangiarsi un panino. Ovviamente, sarà disponibile non da subito e non con pesi troppo ingenti.

    Drone Amazon

    Se normalmente richiede una manciata di giorni lavorativi e con il servizio Prime si abbassa a una sola giornata lavorativa, anche a Milano è giunto ormai da qualche tempo il servizio espresso che consegna in giornata se si ordina in mattinata. Presto sarà allargato anche ad altri centri popolosi.

    Ma non è sufficiente e così si cerca la consegna praticamente immediata, in appena 30 minuti, grazie ai droni che volano a destinazione con grande precisione e senza l’incognita traffico.

    amazon prime drone

    Si è già parlato di Amazon Prime Air da almeno un paio di anni, ma se subito sembrava quasi un pesce d’Aprile, ora il gigante dell’ecommerce di Jeff Bezos ci sta dimostrando che si sta prendendo maledettamente sul serio l’idea. Il progetto Prime Air Delivery ora mette in mostra i velivoli che saranno utilizzati, che potranno decollare e atterrare in spazi ristretti, muoversi con grande agilità senza consumare troppa energia e seguire le indicazioni programmate. Tutto avverrà in automatico.

    Atterraggio drone amazon

    I droni potranno volare fino a un’altitudine di 122 metri per una velocità massima di 88km/h e la batteria supporterà un range operativo di 24 chilometri. Potrà identificare autonomamente ostacoli che così eviterà evitando di danneggiare il materiale trasportato e anche lo stesso dispositivo. Rimane ovviamente in ballo la questione dei permessi di volo così come il pericolo furti dato che questo sistema è più vulnerabile della classica consegna. Rimaniamo sintonizzati per scoprire come proseguirà il progetto.

    652

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Curiosità TechRobotTecnologia Ultimo aggiornamento: Martedì 12/07/2016 11:43
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI