Sii come Bill, il meme di Facebook che ironizza sui comportamenti social

Sii come Bill, il meme di Facebook che ironizza sui comportamenti social

Il pupazzetto 'intelligente' sta guadagnando sempre più popolarità sul social network con divertentissime vignette

da in Facebook, Social Network, Tecnologia
Ultimo aggiornamento:
    Sii come Bill, il meme di Facebook che ironizza sui comportamenti social

    Da qualche tempo, su Facebook, è piuttosto facile imbattersi nelle vignette di Be Like Bill (Sii come Bill), un personaggio che sta guadagnando sempre più popolarità e che si diverte a prendere in giro alcuni comportamenti legati soprattutto alla permanenza sui social (ma non solo). Il nome Sii come Bill del meme deriva dalla frase finale che compare sempre in ogni vignetta (Sii intelligente, sii come Bill): Bill è infatti il pupazzetto intelligente il cui scopo è quello di mettere in luce i comportamenti strambi degli altri utenti che bazzicano sui vari social networks (Facebook e WhatsApp in particolare).

    E ce n’è davvero per tutti: dagli utenti che aprono profili di coppia su Facebook, alle donne (ma anche uomini) che pubblicano foto in cui la loro bocca assomiglia molto al sedere di una gallina; dagli utenti che fanno commenti banali a quelli che aiutano a diffondere bufale e catene di Sant’Antonio. Senza dimenticare quelli che fanno check-in anche quando vanno in bagno o quelli che affiancano frasi filosofiche ad una foto in cui appaiono mezzi nudi.

    Sii come Bill – o Be like Bill in originale – è un meme che ha riscosso talmente tanto successo fra gli utenti dei social da iniziare ad essere tradotto anche in altre lingue (anche in italiano, com’è possibile vedere dalla pagina Facebook che abbiamo segnalato e dalla gallery che abbiamo pubblicato in fondo all’articolo). Bill può essere chiunque metta in pratica comportamenti intelligenti e non fastidiosi. Ma Bill può essere anche qualcuno che si prende gioco di se stesso o che fa dell’autoironia.

    Be like Bill è una pagina Facebook attivissima, che in pochissimo tempo è riuscita a guadagnarsi la stima di migliaia di fans. Il personaggio è spuntato fuori tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 e siamo certi che diventerà sempre più popolare fra gli utenti dei social networks.

    390

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FacebookSocial NetworkTecnologia

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI