iPad Pro in Italia: le 5 cose da sapere

Cinque cose assolutamente da sapere sul nuovo tablet iPad Pro di Apple che debutta oggi in Italia, ma che ha lasciato ancora tanti dubbi da risolvere

da , il

    iPad Pro è finalmente in uscita oggi 11 novembre in Italia dopo esser stato presentato in pompa magna a settembre Ci sono tanti dettagli che sono stati rivelati col tempo, piano piano e in questo approfondimento andremo infatti a spiegare cinque cose che si devono sapere sul nuovo tablet di Apple, che ha aumentato in modo netto la diagonale fino a 12.9 pollici. Ad esempio: ha il 3D Touch? Come funziona la ricarica di Pencil e si potrà usare su altri dispositivi? E la tastiera? E la RAM? Cinque domande e cinque risposte.

    1 – HA 3D TOUCH?

    Avete amato da subito la tecnologia 3D Touch su iPhone 6S e 6S Plus per poter percepire la pressione in modo tridimensionale e usarla come sostituto del tasto destro del mouse o per gesture davvero molto comode? Su iPad Pro ciccia, non c’è e forse sarà solo montato sul secondo modello del 2016. In sede di presentazione erano stati un po’ vaghi.

    2 – APPLE PENCIL FUNZIONA SOLO CON IPAD PRO?

    Ebbene sì. Apple Pencil croce e delizia: nel 2007, Steve Jobs aveva presentato il primo iPhone affermando “Chi ha bisogno di una stylus?”, dopo otto anni arriva la risposta. Come confermato da Surface o dai Galaxy Note, funziona eccome ed è molto comoda, anche se solo con Pro. La versione di Apple costa 99 euro e si ricarica in un lampo attraverso la porta Lightning con 30 minuti di autonomia in appena 15 secondi! Per la carica completa da 12 ore bastano dunque circa 6 minuti. A proposito, la porta del nuovo standard potrà alimentare anche altri dispositivi compatibili.

    3 – LA TASTIERA È BLUETOOTH?

    La speciale tastiera Apple Smart Keyboard con aggancio magnetico non utilizza la tecnologia senza fili Bluetooth per la sincronizzazione col risultato di ridurre drasticamente i consumi di ambo i device. Di più: non include nemmeno batterie riducendo peso, prezzo e ingombro. Sarà così anche per le tastiere prodotte dalle società di accessori. Di più parte seconda: è anche resistente a eventuali gocce di liquido.

    4 – LA FOTOCAMERA COM’È?

    Ci sono tantissime persone che scattano foto con l’iPad e lo faranno anche con iPad Pro, nonostante le dimensioni, afferrandolo come se fosse un quadro da appendere alla parete. Tuttavia, i risultati saranno sempre piuttosto mediocri: il sensore da 8 megapixel iSight con apertura f/2.4 è buono solo per foto all’aperto. La fotocamera frontale da 1.2 megapixel FaceTime HD con video a 720p HD va bene per selfie al volo o per videochiamate, tutto lì. La domanda è: perché col prezzo alto, diciamo pure molto alto, di iPad Pro non si è integrata la stessa fotocamera dei nuovi iPhone?

    5 – QUANTA RAM C’È?

    Be’, non avrà la stessa fotocamera, ma quantomeno la RAM è più che buona: sembra che sia da 4GB che è notevole confronto a 1GB di iPhone 6 e 6 Plus o i 2GB di Air. Come si fa a sapere che è da 4GB visto che Apple è sempre restia a comunicare le specs ufficiali? Si può leggere in un documento sulle app Creative Cloud.