NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I 10 migliori gadget tecnologici di James Bond

I 10 migliori gadget tecnologici di James Bond
da in Cinema, James Bond, Tecnologia

    Ah, il caro James Bond alias 007 ritorna prepotentemente in auge con il nuovo capitolo Spectre sempre con Daniel Craig a interpretare l’agente segreto più celebre del mondo. Ma questa fruttuosa e amatissima serie, che ha appassionato milioni di fan, ci ha anche regalato anche una serie di gadget davvero molto interessanti e/o assurdi. Da oggetti di qualsiasi forma e colore che esplodono oppure sparano laser a mezzi di trasporto senza precedenti, scopriamo i dieci più bizzarri.

    Perché scegliere un sottomarino quando ci si può muovere all’interno di un coccodrillo che peraltro si mimetizza anche perfettamente con un ambiente salmastro confondendo i nemici?

    Un accendino da usare come arma? Ma certo: James Bond utilizza quello che sembra un banale simil Zippo per dare fuoco ai nemici peggio di un lanciafiamme. Occhio ad accendersi una bionda!

    Il jetpack è un grande classico, che James Bond utilizza ad esempio all’inizio del film Thunderball per sfuggire proprio a Spectre. A tutt’oggi il jetpack non esiste ancora, quantomeno non nell’uso che viene ipotizzato nei film.

    L’orologio è un grande compagno di battaglia di James Bond che lo usa sia per difendersi sia per raccattare budget grazie al famigerato product placement (vedi qui i casi più incredibili). Il Rolex Submariner di Vivi e lascia morire, che integra una sega e un potente elettromagnete anti-proiettile.

    Un altro orologio, più precisamente un Omega Seamaster Professional che offre come simpatico extra un bel laser, che è una delle armi predilette da 007.

    Forse la palma di migliore gadget in quanto ad assurdità lo vince l’adesivo per capezzolo, una sorta di protesi che serve per rappresentare il most wanted Scaramanga.

    Ecco gli occhiali laser che, se vogliamo, sono anche un po’ banali… si poteva fare di più ad esempio con la zip della patta laser. Speriamo nei prossimi episodi.

    Perché fermarsi al lettore di impronte digitali – che peraltro ha anticipato la messa in commercio dei lettori veri – quando si può andare oltre con il falsificatore delle impronte digitali? Una sorta di adesivo da indossare al dito.

    Un altro accessorio imperdibile è lo skyhook ossia una sorta di sistema di recupero che fa sì che da un lato ci si salvi e si voli via da un luogo pericoloso e dall’altro di abbrancare la ragazza protagonista del film.

    Non potevamo che terminare con un oggetto laser e in questo caso si raggiungono livelli da fuoriclasse: una Polaroid con flash mortale.

    907

    PIÙ POPOLARI