Gli smartphone Philips che proteggono gli occhi dalla luce blu

da , il

    Gli smartphone Philips che proteggono gli occhi dalla luce blu

    Philips ha introdotto due smartphone davvero molto particolari perché hanno un obiettivo molto preciso e lodevole: proteggere gli occhi dalla luce dannosa emessa dai display moderni. Philips Sapphire S616 e Philips Sapphire Life V787 sono infatti dotati di una tecnologia chiamata anti-blue che riduce proprio la quantità di luce blu che viene prodotta dai cellulari moderni e che può danneggiare il corretto funzionamento degli occhi, affaticandoli e causando anche patologie. La riduzione è importante, nell’ordine dell’86 per cento. Scopriamone di più.

    La cosiddetta luce blu è quella emessa dai display tecnologici moderni e può causare severi problemi agli occhi. Per questo motivo chi lavora sempre davanti a uno schermo può contrarre patologie e può peggiorare la propria vista, a lungo andare. Ma Philips ha brevettato questa tecnologia chiamata SoftBlue che riduce questa luce dannosa dell’86% garantendo un’esperienza più confortevole. I due modelli in questione si chiamano Philips Sapphire S616 e Philips Sapphire Life V787 e non sono nemmeno male tecnicamente.

    Philips Sapphire S616 è dotato di un display IPS con diagonale da phablet da 5.5 pollici e una risoluzione pari a 1080 x 1920 pixel, è mosso da un processore octa-core su MediaTek MT6753 SoC, supporta una scheda grafica Mali-T720 GPU ed è accompagnato da 2GB di RAM e 16GB di memoria interna espandibile di ulteriori 128GB attraverso la slot microSD. Monta una fotocamera da 13 megapixel con apertura luminosa f/2.0 e una fotocamera frontale da 5 megapixel per selfie con ampio angolo. La batteria è da 3000mAh, c’è supporto dual SIM e dual standby, connessione 4G LTE, sistema operativo Android 5.1 con interfaccia Philips e un prezzo di circa 200 euro.

    Philips Sapphire Life V787 è la versione potenziata visto che condivide tutta la scheda tecnica fatto salvo per una batteria che sale a 5000mAh con tecnologia Xenium proprietaria per ben 47 ore di autonomia in conversazione e uno schermo da 5 pollici più compatto e che consuma meno, con una risoluzione pari a 1080 x 1920 pixel con densità da 441 ppi, fotocamera da 13 megapixel sul retro con Phase Detection Auto Focus (PDAF) e messa a fuoco in 0.2 secondi.