Fotografia, 5 dritte per dire addio a immagini sfocate

Fotografia, 5 dritte per dire addio a immagini sfocate

    Una foto sfocata è sempre sinonimo di foto brutta: lasciando perdere i casi in cui si usa lo sfumato in modo artistico (peraltro non su tutta l’immagine), è sempre da evitare e anzi è sempre meglio che il soggetto sia perfettamente a fuoco. In questo piccolo approfondimento andremo a isolare cinque dritte per dire per sempre addio alle immagini sfocate grazie ad accorgimenti che si rivolgono a chi si avvicina al mondo della fotografia. Funzionano sia su smartphone sia su fotocamere.

    Partiamo dalla base assoluta, come mettere a fuoco? Se si usa una fotocamera o uno smartphone dotato di tasto otturatore dedicato, si deve premere a mezza corsa il pulsante. Sullo schermo il soggetto o una determinata area (vedi pagine successive) diventeranno nitide. Premere del tutto per scattare. Su smartphone: fare tap sul touchscreen sull’area da mettere a fuoco e poi cliccare sul pulsante di acquisizione.

    Ci sono tre modalità di messa a fuoco sulle fotocamere. La messa a fuoco automatica lascia fare tutto alla fotocamera, dunque basta premere una prima volta a mezza corsa e il sistema deciderà il punto. La messa a fuoco manuale consente di utilizzare il/i punto/i tramite controller sulla fotocamera e l’autofocus continuo segue il soggetto selezionato anche se è in movimento.

    Se vuoi scattare una foto di un paesaggio, soprattutto in condizioni di luce non perfette, cerca un sostegno stabile per la fotocamera. Un appoggio improvvisato come un muretto o meglio ancora un cavalletto. In condizioni di stabilità perfetta non avere paura a impostare valori ISO più bassi, così ci guadagnerà la definizione. Tuttavia, in altre condizioni, aumentando i valori ISO si può guadagnare velocità di otturazione (ad es. da 100 a 200 si passa da 1/60 a 1/125) che avranno sì più rumore, ma sarà molto meglio di una foto sfocata

    Una nozione base di fotografia: quando c’è una luce ottimale, si scegliere una velocità di otturazione molto rapida e dunque abbassare sensibilmente la probabilità di foto mosse. Di notte, sposta la sorgente luminosa – se possibile – più vicina al soggetto, ad esempio muovendo candele o indirizzando lampade. In strada, mettiti sotto un lampione o in favore di luna piena.

    Infine, il parametro più importante ossia la velocità di otturazione. Se puoi impostarla manualmente allora scegli il valore più alto possibile per soggetti in movimento come sportivi, animali o bambini. Come già spiegato, più è alta questa velocità più la fotocamera sarà affamata di luce e dunque dovrai sparare i valori di apertura al massimo. E quando non sono sufficienti? Considera l’idea di usare il flash, anche di giorno. Tuttavia, un consiglio: imposta una velocità medio-alta e avrai il soggetto a fuoco e lo sfondo un po’ sfocato per più effetto dinamico. I MIGLIORI TRUCCHI PER GOOGLE

    727

    PIÙ POPOLARI