I 5 motivi per cui Facebook conquisterà il web

I 5 motivi per cui Facebook conquisterà il web: dal settore dell'informazione a quello video, dai pagamenti online al mondo del blogging.

da , il

    Arriverà un giorno in cui internet sarà del tutto inglobato in Facebook? Detta così potrebbe sembrare fantascienza ma guardando il modo in cui il social di Zuckerberg si sta muovendo, sembra proprio che lo scopo finale sia quello di offrire all’utente tutto ciò di cui ha bisogno. A parte le funzioni di Facebook che già conosciamo, il social si sta via via arricchendo di altre particolarità che faranno restare l’utente “inchiodato” al suo interno. Qualche esempio? Facebook starebbe progettando una propria piattaforma video, ha già introdotto la diretta streaming con Mentions, sta cercando di diventare una fonte di informazione per i giornalisti, ha acquisito importanti realtà come Instagram e WhatsApp (anche se queste due continuano a lavorare in modo del tutto indipendente), ha potenziato le funzioni di Messenger fino a permettere anche le chiamate.

    E a parte tutto questo, quali saranno i cinque motivi per cui Facebook conquisterà il web? Andiamo a scoprirlo.

    Settore video

    Recentemente Facebook ha fatto sapere di voler creare una propria piattaforma video, in modo da mettere a disposizione degli utenti, in modo più immediato e semplice, questo tipo di contenuti. Dovrebbe trattarsi di una piattaforma simile a YouTube ma non del tutto e comunque non si tratta del solo progetto che Facebook ha in mente in fatto di video. Il social è attivo sul video feed, sulla segnalazione di video che potrebbero interessare l’utente e ultimamente ha lanciato anche il proprio servizio di diretta streaming (Facebook Mentions), lanciando la sfida al neo-nato Periscope.

    Settore dell’informazione

    Oltre a proporsi come valida alternativa a YouTube e Periscope, Facebook è pronto a sfidare anche i colossi dell’informazione come Google News e tutti i news feed presenti sul web. Per fare questo ha messo in campo una serie di strumenti che man mano saranno ampliati e strutturati in modo assai più completo. Quali sono? La funzione di trending topics (molto simile a quella presente su Twitter ad esempio ma anche su Google Trend), Instant Article e soprattutto Facebook Signal (quest’ultimo strumento pensato proprio per chi lavora nel settore dell’informazione, come i giornalisti ad esempio).

    Settore dell’e-commerce

    Facebook sta gettando le basi anche per diventare la piattaforma e-commerce preferita dagli utenti per i loro acquisti online. Dopo aver introdotto la possibilità di creare gruppi per l’acquisto di prodotti, il pulsante “acquista” per le pagine fan, il social è pronto anche a lavorare su tutti quegli strumenti che possono rendere più piacevole l’esperienza dello shopping su Facebook. Si tratta, più in particolare, di shopping feed e shopping search.

    Settore del blogging

    Molti addetti del settore non credono che le nuove note di Facebook possano rappresentare un “pericolo” per il mondo del blogging né che possano sostituirlo in qualche modo ma sta di fatto che potrebbero porsi come alternativa alla forma di blogging che oggi conosciamo tutti. Quello che accadrà potrà svelarlo soltanto il tempo.

    Settore dei pagamenti online

    Facebook sta cercando di conquistare anche il settore dei pagamenti online. Per il momento lo sta facendo soprattutto attraverso l’applicazione Messenger, attraverso cui gli amici possono scambiarsi denaro. Si tratta di un primo piccolo passo verso qualcos’altro? Probabilmente sì. C’è da dire che la maggior parte delle funzioni più recenti sono al momento disponibili soltanto negli Stati Uniti e quindi la prima azione che dovrebbe compiere Facebook sarebbe quella di estendere il servizio ad altri Paesi del mondo.