Dipendenza da video a luci rosse, una droga per adulti e teenager

La dipendenza da video a luci rosse è una vera e propria droga per adulti e teenager che può modificare lo stato d'animo nel periodo della crescita, ma anche in quello seguente

da , il

    Si tratta di una vera e propria droga e non soltanto una leggera dipendenza quella dai video a luci rosse che può avere effetti davvero pesanti sulla psiche non soltanto degli adolescenti in crescita, ma anche su quella degli adulti. La richiesta di contenuti è sempre più crescente e ormai i portali che offrono le clip in modalità gratuita, come dei veri e propri YouTube versione hot, stanno dilagando con record di visite giorno dopo giorno. Scopriamo di più su questo fenomeno e sulle sue conseguenze che fanno certo riflettere.

    L’EVOLUZIONE RAPIDA

    Fino a non più di dieci anni fa il mondo dei contenuti a luci rosse si affacciava al web comprendendo immediatamente che si trattava della gallina dalle uova d’oro. In un primo momento non c’era niente di gratuito, tutto era accessibile a pagamento oppure – con un po’ più di pazienza – attraverso forum, chat, blog e così via. Poi sono nati i primi portali video che mettevano tutto a disposizione gratuitamente, auto-sostenendosi attraverso i banner pubblicitari e gli investimenti delle major del settore. Gli adolescenti, da sempre molto curiosi nello scoprire questo mondo, si sono trovati davanti tutto e di più. Ma è un bene o un male?

    I PERICOLI DELLE APP A LUCI ROSSE

    LA DISCESA NELL’OSCURO

    Secondo la ricerca proposta dal settimanale londinese The Economist, servirebbe una migliore educazione sessuale per i ragazzi in età di sviluppo. Dalla diffusione delle riviste negli anni ’50 al boom delle videocassette negli anni ’80, si è passati ai servizi digitali con attualmente circa 800 milioni di pagine disponibili in rete e gratis da qualsiasi dispositivo non solo dal PC, ma anche dallo smartphone o tablet. Gli svantaggi di tutto ciò? Ora è molto facile accedere a contenuti anche davvero estremi e la curiosità dell’animo umano porta a addentrarsi sempre più nel profondo e nel lato oscuro con conseguenze anche pesanti sull’animo, ma ancora di più sulla relazione con il sesso opposto nella realtà.

    PUTIN BLOCCA I SITI A LUCI ROSSE

    LE CONSEGUENZE

    Crescere consumando quasi quotidianamente contenuti a luci rosse provoca un’educazione distorta alla sessualità e alla sua pratica oltre che, di controaltare, a una mancanza di dialogo sull’argomento con genitori o insegnanti. Secondo lo studio dell’Economist, non si tratta di vietarne la fruizione, ma di insegnare un suo consumo critico. Il pericolo è presto detto: mancanza di concentrazione sul posto di lavoro, impossibilità di eccitarsi “normalmente”, sensazione di assuefazione fasulla e dunque ancora più pericolosa e, paradossalmente, una libido minore. Come risolvere? Secondo l’autore del libro She Comes First, Ian Kerner, i problemi possono essere risolti in modo più semplice di quanto si creda – a differenza delle altre dipendenze – nel giro di un paio di settimane si può ritornare a un controllo più pieno della situazione.

    IL GOOGLE PER ADULTI