Tutti i down più catastrofici del web

Il malfunzionamento di Skype di oggi è solo l'ultimo di una lunga serie di down che hanno colpito in questi tempi tanti servizi come Facebook, Twitter e WhatsApp

da , il

    Quali sono stati i down più catastrofici del web? Ieri 28 settembre è toccato a Facebook con alcuni momenti di malfunzionamento che sono resistiti per circa mezzora. Accedendo alla piattaforma si trovava la scritta «Sorry, something went wrong. We’re working on it and we’ll get it fixed as soon as we can» ossia qualcosa di strano è successo, ci stiamo lavorando e lo risolveremo nel minor tempo possibile. È solo l’ultima di una grande serie di tonfi clamorosi di giganti del web come Skype, Twitter e, soprattutto WhatsApp. Down che hanno gettato nel panico gli utenti e hanno scatenato gli sfottò dei servizi rivali. Ripercorriamo la storia.

    SKYPE 21 SETTEMBRE 2015

    Il malfunzionamento di Skype peggiore di sempre è stato quello dello scorso 21 settembre, con la piattaforma di messaggistica istantanea e VoIP di Microsoft soggetta a un down clamoroso durato buona parte del giorno e problemi vari che si sono mantenuti costanti fino alla serata.

    WHATSAPP 22 FEBBRAIO 2014

    Il più disastroso down della storia dei portali online è sicuramente quello del 22 febbraio del 2014 che ha colpito WhatsApp che è rimasto a lungo inutilizzabile scatenando il panico da parte degli utenti che hanno subito iniziato a scaricare alternative (a proposito, eccole qui). Perché senza chattare non si resiste.

    WHATSAPP 4 APRILE 2014

    Meno imponente come minuti offline, ma forse più bruciante per via del fatto che è avvenuto a pochi giorni dall’acquisizione da parte di Facebook, il down del 4 aprile 2014 è stato storico per quantità di messaggi di sfottò registrati, ovviamente su Twitter. Anche in questo caso, tutto ristabilito in poco tempo.

    FACEBOOK 27 GENNAIO 2015

    È di inizio anno il down di Facebook che per un’ora circa ha buttato giù il social network più famoso al mondo lanciando subito lo sfottò di Twitter con l’hashtag #facebookdown e una serie di battute sul fatto di passare al rivale dei 140 caratteri. Smentito ogni attacco hacker.

    TWITTER 14 SETTEMBRE 2015

    Poca roba, diciamo subito che Twitter ha server molto solidi e anche un volume di “contenuti” pubblicati che è molto meno pesante dell’ingombrante Facebook. Sono pochi i down e solitamente limitati in tempo e modo. Ad esempio il 14 settembre, ossia settimana scorsa, è andato giù il portale per cinguettare dal PC, mentre non ha mai subito tentennamenti la parte mobile.