Tasto Non mi piace Facebook: 3 motivi perché lo odierai

Tasto Non mi piace Facebook: scopriamo quali sono i tre motivi per cui lo odierai sicuramente, quando sarà introdotto ufficialmente.

da , il

    Il tasto non mi piace di Facebook è stato annunciato da poco ma in compenso sono già moltissime le polemiche, le ipotesi, le opinioni favorevoli o contrarie all’introduzione di quella che si dovrebbe annunciare come una svolta epocale per il più noto dei social network. Mark Zuckerberg, che soltanto pochi mesi prima aveva detto categoricamente no al tasto non mi piace (o dislike) su Facebook, sembra aver fatto un parziale passo indietro sulla questione. In realtà, a dirla tutta, pare che gli utenti non avranno a disposizione una vera alternativa netta al like – il dislike appunto -, bensì un sistema per commentare in modo più adeguato status e post cui il like non potrebbe essere espresso perché inadeguato (mettere il like ad un post in cui si annuncia la morte di qualcuno non è esattamente il massimo, tanto per fare l’esempio più lampante).

    E se il tasto Non mi piace di Facebook (o qualsiasi altra sua variante) sarà introdotto a grande richiesta della maggior parte degli utenti, c’è da chiarire che molti altri utenti ancora, per contro, non sarebbero affatto contenti di questa epocale innovazione. Qualcuno potrebbe addirittura odiare il tasto Non mi piace di Facebook (le aziende?!) e scopriamo perché.

    Il tasto Non mi piace di Facebook porta troppo cinismo

    Il primo motivo per odiare il tasto non mi piace di Facebook è che esso, oltre ad esprime un sentimento negativo – che di per sé è assolutamente democratico -, accentua il cinismo. Se un post o uno status non piacciono, si può sempre scegliere di non apporre il like: questo non sarebbe già un modo, indiretto e più educato, di esprimere un parere negativo su qualcosa? Parere negativo indiretto o più semplicemente indifferenza. Il tasto Non mi piace potrebbe scatenare le “fantasie perverse” di troll, frustati delle rete che frequentano social e forum solo come valvola di sfogo, insultando tutti, o di chi, spinto da non si sa quali moti interiori o quali scopi, voglia soltanto danneggiare qualcuno per il solo gusto di farlo.

    Il tasto Non mi piace di Facebook scatena i troll

    Il secondo motivo – vero! – per odiare il tasto Non mi piace di Facebook, è che esso potrebbe rendere ancora più odiosi i già tanto odiosi troll. Queste figure a metà strada tra il mitologico e la dura realtà, si occupano con solerzia di infestare le bacheche altrui, non trascurando alcun social e alcuno strumento che possa in qualche modo permettere loro di insozzare il web. Dare la possibilità di esprime un dislike su Facebook, potrebbe dunque dare il via ai deliri di onnipotenza da parte di questi personaggi qui. Sembra sia già accaduto in passato sui forum, molti dei quali consentivano di apporre pollici di assenso o di dissenso. In attesa che Zuckerberg e i suoi svelino la vera essenza di questo fantomatico tasto Non mi piace su Facebook, i troll già scaldano le dita sulla tastiera.

    Il tasto Non mi piace di Facebook rende più pigri

    Il terzo ed ultimo motivo per cui si dovrebbe odiare il tasto Non mi piace di Facebook è che esso rende estremamente pigri. Perché? Beh perché per esprimere il dissenso, al contrario del consenso, servirebbero le spiegazioni. Bollare un post o uno status con un dislike, senza neppure prendersi la briga di spiegare il perché nei commenti sotto (il tasto dislike consentirebbe di fare proprio questo) potrebbe ingenerare un bel po’ di situazioni poco piacevoli.