NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

iPad Pro, il tablet extralarge più potente di sempre

iPad Pro, il tablet extralarge più potente di sempre
da in Apple, iOS, iPad, iPhone, iWatch, Steve Jobs, Tablet, Tecnologia
Ultimo aggiornamento: Giovedì 10/09/2015 12:58

    iPad Pro è ufficiale come il più grosso e potente tablet Apple di sempre, con il suo schermo che va a raggiungere una diagonale da 12.9 pollici, a risoluzione 2732×2048 pixel con densità 264ppi, e che vale da affronto finale a Steve Jobs. Perché? Lo scoprirete nella prossima pagina. La scheda tecnica di questo device spesso 6.9 millimetri e dal peso di 712 grammi, colorato di argento, oro e grigio siderale, offre una memoria da 32 e 128GB per il modello solo Wi-Fi e 128GB per quello con modulo LTE. Include il processore Apple A9X a 64bit con co-processore M9 per il movimento, fotocamera iSight da 8 megapixel con autofocus e apertura f/2.4 e videorecording FHD a 30fps o 120fps moviola, fotocamera frontale da 1.2 megapixel e batteria che dura fino 10 ore in navigazione. Il sistema operativo è iOS 9. Scopriamo tutto compreso prezzo e uscita in Italia.

    Ma perché superare i 10 pollici sarebbe così “oltraggioso” per la memoria di Steve Jobs? Secondo il leggendario CEO, infatti, la misura di circa 25 centimetri era quella ideale per una tavoletta digitale e non aveva senso puntare a 7-8 pollici così come a dimensioni maggiori. Be’, dopo averlo “tradito” con iPad Mini, ora si è pronti a bissare con un display che si può paragonare senza problemi a quello di un notebook compatto. E non dimentichiamo anche Apple Watch, un gadget che l’iCEO non avrebbe mai e poi mai presentato. Inoltre, con l’accessorio tastiera (vedi foto su) con aggancio magnetico e penna stylus chiamata Apple Pencil, l’ispirazione di iPad Pro a Microsoft Surface è parsa un po’ troppo spinta. Chissà cosa avrebbe commentato Steve?

    Quando sarà l’uscita di iPad Pro? Apple potrebbe farlo debuttare il prossimo autunno insieme al fratello minore iPad Mini 4. Il debutto italiano avverrà a Novembre, per un prezzo che dovrebbe essere di circa 799 euro visto il costo di 799 dollari negli USA.

    SCOPRI IPHONE 6S

    Che si chiami iPad XL o iPad Pro poco cambia perché ci si riferisce sempre al probabile tablet con schermo da 12.2 pollici, che potrebbe essere molto più di una semplice e vacua indiscrezione: Apple potrebbe infatti presentare molto presto un device con una diagonale davvero extralarge che andrebbe ben oltre i 10 pollici dello standard rispettato finora e arrivato dalle direttive del compianto Steve Jobs. L’ultima voce in ordine di tempo è quella sulla possibile foto della probabile custodia, scopriamola. Questa versione di iPad sarebbe dedicata al mondo dell’educazione per un uso nelle scuole. Apple potrebbe “saltare un turno” e non presentare iPad Air 3 quest’anno: la nuova versione del tablet di Cupertino potrebbe essere posticipata, così come riportato dal controverso Digitimes. Una notizia da prendere con le molle visto che spesso il quotidiano taiwanese ha toppato, ma che può mettere in luce una problematica esistente. Di certo, si punta fortissimo su iPad mini 4 che è un po’ il cavallo di battaglia del settore, con la nuova versione che potrebbe avere finalmente il lettore di impronte digitali Touch ID. Si dovrà aspettare ancora a lungo iPad Pro, il tablet con schermo da 12 pollici perché potrebbe uscire non prima del prossimo anno, il 2016. Apple sarebbe in contatto con i produttori di schermi più quotati del settore ossia i coreani di LG Display e Samsung Display e Japan Display, per offrire anche la funzionalità del Force Touch ma per di più si pensa anche alla possibilità di inserire un vetro zaffiro che alleggerirebbe e assottiglierebbe la struttura. In generale, però, i tempi non sono ancora affatto maturi per questo tipo di dispositivo che sarebbe più orientato verso un uso business piuttosto che consumer. Nelle prossime pagine, tutti i rumors.

    Ecco l’immagine della possibile custodia che racconta anche il possibile design che conterebbe su un connettore lightning, poi ingresso USB di tipo C o di altra natura magari per poter agganciare una tastiera.

    La foto recentemente emersa che raffigura una custodia di un dispositivo dalla diagonale maggiore di 12 pollici che sarebbe proprio la nuova tavoletta di Apple. Quando uscirà? Non trattato nel keynote dello scorso 16 ottobre, si parla del primo trimestre del 2015, come suggerito dal portale giapponese Makotakara che ipotizza anche uno spessore compreso tra 6,9 millimetri e i 7,1 mm.

    Ecco la foto rubata che è stata pubblicata da un portale cinese che rappresenta uno stampo in catena di montaggio. La diagonale del device sembra più ampia di quella di iPad Air e si intravede il logo Apple e il foro della fotocamera.

    Durante la speciale presentazione dello scorso 9 settembre, Apple ha ufficializzato il nuovo iPhone 6 del quale si conosceva ormai tutto e più di tutto, dalle foto alle specifiche della scheda tecnica oltre che il fratello maggiore iPhone 6 Plus. Ma durante lo stesso appuntamento sono stati tolti i veli anche dal nuovo sistema operativo iOS 8 e soprattutto da Watch ossia l’orologio tecnologico chimera. E gli iPad? Come al solito Apple non vuole troppe presentazioni tutte insieme e preferisce differenziare i vari settori: a ottobre erano stati diffusi iPad Air 2 e iPad Mini 3.

    Dato per scontato, iPad Mini 3 segue l’ottimo successo dei primi esemplari e l’ottimo feedback del pubblico e allo stesso modo. Ma arriverebbe un altro strappo alle regole di Steve Jobs. Secondo le voci di corridoio che arrivano dalle aziende manifatturiere cinesi, Apple avrebbe in programma di ufficializzare anche un iPad da 12.9 pollici che per alcuni farebbe corsa a sé mentre per altri andrebbe invece a sostituirsi all’attuale top di gamma. L’uscita sul mercato avverrebbe verso il mese di marzo o comunque in primavera.

    Già Samsung aveva puntato su un segmento così grande e la domanda da parte dei consumatori è reale. Di sicuro non sarà sufficiente la risoluzione attuale e si dovrà puntare come minimo al QHD per poter garantire la qualità necessaria. Potrebbe dedicarsi a un target più professionale di utenti, che necessitano di diagonali più ampie non tanto per multimedialità e svago quanto per la produttività. Non resta che rimanere in ascolto in attesa di nuovi rumors e – magari – di qualche foto rubata.

    1428

    PIÙ POPOLARI