NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Titcoin: la moneta virtuale per pagare con una foto in topless

Titcoin: la moneta virtuale per pagare con una foto in topless
da in E-Commerce, Pagamenti online, Tecnologia
Ultimo aggiornamento: Giovedì 03/09/2015 12:33

    La valuta più sicura, affidabile e che non solo fa felice chi la riceve, ma anche chi la consegna? Non stiamo parlando delle banconote oppure delle care e vecchie monete, ma del Titcoin. Probabilmente molti di voi avranno già capito di cosa stiamo parlando dal nome e infatti se si prendono le prime tre lettere si avrà “seno” e le ultime quattro “moneta”. Proprio così: un bel topless per poter pagare qualsiasi bene e fare contento il commerciante. Come funziona questa iniziativa? Ovviamente è un progetto provocatorio inventato da un portale per contenuti per adulti molto popolare in rete.

    Dopo aver sentito la storia ovviamente fasulla del primo film a luci rosse da girare nello spazio con relativa raccolta fondi, arriva un’altra iniziativa sulla carta molto più fattibile e, perché no, anche con un “valore sociale” più ampio come il TitCoin. Il punto di partenza è ovviamente il BitCoin ossia la moneta virtuale, anonima e non tracciabile che è diventata molto di moda in questo periodo di crisi globale. Solo che il tasso di conversione è troppo ballerino e instabile, c’è qualcosa che non perde mai di valore e anzi lo acquisisce sempre di più: un bel topless.

    È proprio questo il messaggio del video promozionale che potete vedere qui sopra. Il protagonista di questa iniziativa è il portale datemi una P una O una R una N una H una U e infine una B (portate pazienza, ma non possiamo scriverlo per intero) che ha un ufficio marketing davvero molto attento ai costumi e alla società che cambia e così propone un sistema interessante. Gli esercizi commerciali che vorranno aderire potranno appiccicare all’ingresso un adesivo che conferma che si accettano pagamenti in TitCoin.

    La giovine che vuole pagare in natura non dovrà far altro che posizionarsi davanti all’esercente, alzare la maglietta, scostare il reggiseno e lasciarsi scattare una foto che riprenderà le grazie e non il volto. In cambio, riceverà un bene gratuito mentre l’esercente invierà la foto all’apposita sezione di raccolta di foto amatoriali sul sito e riceverà anch’egli un compenso, questa volta pecuniario. Come dice il sito, ci guadagnano tutti, compresi gli utenti che visiteranno il sito e che faranno da vero propulsore del tutto. Sì, probabilmente rimarrà un esercizio di stile e sì, scatenerà tante polemiche, ma lo si può prendere con un sorriso, per una volta.

    563

    PIÙ POPOLARI