YouTube a pagamento: in arrivo due servizi premium di qualità

YouTube a pagamento: in arrivo due servizi premium di qualità
da in Applicazioni, Google, Tecnologia, YouTube
    YouTube a pagamento: in arrivo due servizi premium di qualità

    Se ne vocifera da tempo, finalmente sembra arrivato il momento giusto: YouTube potrebbe introdurre ufficialmente due servizi a pagamento che apriranno a contenuti di qualità ed esclusivi. Il primo è il già ormai ufficioso Music Key che si dedica agli appassionati di musica andando a eliminare le interruzioni pubblicitarie per poter ascoltare (e vedere!) brani in streaming dietro sottoscrizione di un abbonamento mensile in stile Spotify mentre il secondo cerca di controbattere principalmente a Netflix con l’accesso a produzioni video premium. Scopriamone di più.

    Iniziamo dal primo contenuto premium ossia Music Key, che si pone come aggressivo contendente proprio di Spotify. Ma se Spotify è prettamente audio, il rivale di Google sarà dotato anche di supporto video per andare a visualizzare le clip alla massima qualità possibile, senza limitazioni di clic o durata e, soprattutto, senza pubblicità. Tutto avverrà in streaming dietro un abbonamento da 9.99 dollari al mese, stessa cifra di Spotify. Attualmente esiste già ed è in fase beta, ma presto uscirà per diventare pubblico. Verosimile che si potranno salvare i brani offline per ascoltarli quando si vuole.

    La seconda novità è un anti-Netflix per l’accesso a contenuti video premium senza pubblicità dietro pagamento pay-per-view o abbonamento con un apposito paywall per poter entrare nel catalogo. Potrebbero essere messi a disposizione video esclusivi non presenti nella modalità free con pubblicità e serie TV oltre che collezioni che non si trovano presso nessun’altro contenitore.

    Anche in questo caso il prezzo dovrebbe essere molto ridotto e contenuto.

    YouTube ne ha fatta di strada: acquistato un decennio fa da Google (che ora è sotto Alphabet) quando era ancora un germoglio, ora è una sequoia californiana alta più di 100 metri, con una circonferenza grande come una casa e ramificazioni ovunque. La classica gallina dalle uova d’oro che una volta assorbiti i costi ingentissimi generati dal traffico che inevitabilmente comportano i filmati, ha iniziato a fruttare fior di quattrini non solo a Mountain View, ma anche agli autori dei video stessi, attraverso le pubblicità che vengono mostrate agli iscritti o ai visitatori-avventori. YT è pronta alla nuova fase evolutiva.

    402

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ApplicazioniGoogleTecnologiaYouTube
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI