Vacanze all’estero? Prepara il tuo smartphone così

Vacanze all’estero? Prepara il tuo smartphone così

    Lo smartphone è davvero il migliore amico per viaggiare perché in un solo dispositivo incorpora una fotocamera, una videocamera, un navigatore GPS, un lettore multimediale completo, un mini computer per navigare, uno strumento per continuare a lavorare (ma perché, poi?) controllando mail e aprendo allegati e quant’altro. Come preparare il cellulare intelligente alle vacanze? In questa mini guida andremo a raccontarvi qualche pratico consiglio che va bene con qualsiasi operatore, Vodafone, TIM, 3 o Wind o ancora gli operatori mobili virtuali. Trovate tutto nelle prossime pagine.

    Viaggiate all’estero? Bene, allora la prima incombenza è quella del roaming: in inglese significa vagabondare e rende bene l’idea di ciò che descrive. Trattasi della connessione a reti cellulari non italiane. I nostri operatori devono dunque appoggiarsi ai colleghi e ci fanno pagare per il disturbo (ma solo fino al 2017, poi si annulleranno questi costi per sempre in Europa, al di fuori no). Il nostro consiglio è: usare quanto più possibile il Wi-Fi pubblico o dell’hotel e locali per la navigazione web, nell’occasione usare messaggistica istantanea come Whatsapp e simili e anche servizi VoIP per chiamare dal web come Skype o lo stesso WA. Ricordarsi di disattivare dalle impostazioni la connessione in Roaming. Per ultimo, se si vuole pagare un opzione – come Vodafone Passport a 3 euro al dì – informarsi per bene prima.

    Volendo, c’è la possibilità di risparmiare qualcosa andando ad acquistare una SIM locale: solitamente si può accedere a una serie di promozioni per telefonate, SMS e – parte più importante – connessione a Internet. Si può usare anche per condividere Internet con altri dispositivi via router Wi-Fi con lo smartphone (ma informarsi che non comporti costi accessori). Per attivarla servono i documenti personali.

    Meglio andare a scaricarsi la mappatura e la cartografia del paese interessato sul proprio dispositivo così poi da usare il navigatore offline senza costi aggiuntivi. Una delle migliori offerte è quella di Here Maps di Nokia, ma anche Google permette questa opzione, seppur con qualche limitazione.

    Scarica immediamente un’applicazione che funziona anche offline e che ti consente di convertire la valuta facilmente e con pochi clic. Certo, puoi sempre usare la calcolatrice, ma con le app è più comodo e avrai più idea di quanto stai spendendo. Fai lo stesso anche con la conversione di unità di misura.

    Se state per viaggiare in un paese come Cina, Regno Unito o Australia e Giappone, è davvero importante andare ad acquistare un adattatore per la presa di corrente. Altrimenti, si può sempre usare il cavo USB che è universale e che si può ad esempio pluggare nella porta USB del televisore in camera.

    576

    PIÙ POPOLARI