L’app per scoprire chi ti ha cancellato su Facebook

Who delete me on Facebook è l'applicazione che consente di poter controllare chi ci ha cancellati sul social network, un'app per Android e iOS così come estensione per Chrome

da , il

    Scoprire chi ti ha cancellato dalla lista di amici su Facebook è quasi l’unicorno dei social network perché ci sono millemila metodi che millantano di essere efficaci e di funzionare, ma poi – in soldoni – nessuno davvero è in grado di portare a compimento questo semplice task. Semplice, sì, ma solo in apparenza, dato che tutti gli applicativi, estensioni per browser, software per PC o Mac oltre che apps per i sistemi operativi mobile hanno miseramente fallito. Ma ora è arrivato un nuovo metodo, attraverso lo strumento chiamato Who Deleted Me on Facebook che permette, come da nome, di scoprire chi mi ha cancellato su Facebook. Funziona?

    APP E ESTENSIONE

    Di cosa stiamo parlando? Di un servizio chiamato Who Deleted Me che è stato realizzato dallo sviluppatore inglese Anthony Kuske e che chiede il permesso di poter entrare nella lista degli amici su Facebook. Dunque, sarà necessario “aprire la porta” e garantire il permesso di entrata a questo tool che andrà a tracciare i movimenti interni all’elenco dicendoci non soltanto quali contatti ci hanno appena cancellato, ma anche le nuove amicizie e gli account che, nel frattempo, si saranno cancellati.

    COME FUNZIONA

    Si può scaricare gratuitamente su smartphone e tablet con sistemi operativi Android e iOS (dunque iPhone, iPod e iPod Touch) e anche come estensione, sempre gratuita, di Chrome, il browser di Google. Per installarlo serve immettere la password di Facebook. Dal momento dell’installazione, terrà traccia di tutti i movimenti in uscita e in entrata. Ok, tutto molto bello ma funziona oppure è l’ennesima fuffa, promessa sballata?

    FUNZIONA O NO?

    I commenti sono divisi online, anche noi abbiamo provato a controllare se funziona, ma attualmente i server del servizio sono intasati dal numero esagerato di richieste visti i numerosi articoli pubblicati a proposito di questo servizio. Se si leggono le prime recensioni sembrava funzionasse, dunque crediamo nella bontà del lavoro dello sviluppatore, ma c’è da dire che Facebook ha sempre ucciso sul nascere queste iniziative, come era successo anche per l’app Marauder’s Map che consentiva di tracciare i movimenti degli amici su mappa. Succederà anche con questa?