NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Il 30 giugno durerà un secondo in più

Il 30 giugno durerà un secondo in più
da in Google, Internet, Social Network, Tecnologia, World Wide Web
Ultimo aggiornamento: Martedì 23/06/2015 09:12

    Il 30 Giugno 2015 sarà il più lungo giorno dell’anno, perché durerà 86401 secondi. La rotazione terrestre sta rallentando e non è più veloce come un tempo. Per la precisione stiamo parlando di due millesimi di secondo ogni giorno, che fanno sì che si accumuli un secondo di ritardo rispetto al previsto ogni 500 giorni. Motivo per il quale è necessario aggiustare gli orologi atomici di tanto in tanto, appunto ogni anno e mezzo. L’ultima volta era capitato nel 2012, la prossima sarà fra una settimana esatta per una giornata che durerà, appunto, un secondo in più rispetto a tutte le altre. Scopriamo di più su questo interessante fenomeno chiamato Leap Second.

    Questo significa che il 30 giugno 2015, fra sei mesi circa, avremo il dì più lungo dell’anno dato che durerà esattamente 24 ore e un secondo (sempre non considerando il giorno del cambio dell’ora legale che dura in Italia 25 ore). Allo scoccare della mezzanotte, ci sarà ancora un istante, prima di passare al primo lugio. Gli orologi atomici mostreranno infatti le 23:59.59 e poi successivamente anche le 23:59.60 prima delle 00:00:01 del 1 luglio. Un evento che è già capitato nel 2012 e che capita regolarmente dato che si deve evitare di desincronizzare il conto del tempo rispetto al rallentamento naturale della rotazione terrestre.

    Un aggiustamento necessario per ovviare alle variazioni del tempo astronomico causate dai rallentamenti della rotazione terrestre. C’è già chi getta benzina sul fuoco richiamando in causa il millenium bug del 2000 dato che tutti gli orologi dei siti Internet, applicazioni, sistemi operativi e quant’altro dovranno venire incontro al Leap Second, non con qualche difficoltà. Lo stesso Linus Torvald di Linux aveva affermato che: “Ogni volta che accade troviamo qualche problema“. Ma niente di grave ci aspetterà, d’altra parte molti portali hanno già provveduto a sistemare il fastidio con un aggiornamento.

    Potrebbe causare qualche grattacapo in più agli utenti privati che magari hanno sviluppato applicazioni in proprio o comunque che si avvalgono di Ma perché non si decide semplicemente di evitare questo aggiustamento? Perché potrebbe avere effetti sensibilmente importanti. Se togliamo un secondo ogni 500 giorni, si potrebbero mandare in crisi tutti quei sistemi di misurazione che richiedono una precisione assoluta in corrispondenza con i riferimenti astronomici. Parliamo di sicurezza militare, di traffico aereo e di mercati finanziari globali. Mica quisquillie.

    491

    PIÙ POPOLARI