Blackberry tra Samsung, Microsoft e Xiaomi

Blackberry tra Samsung, Microsoft e Xiaomi
da in Cellulari, Huawei, Microsoft, Nokia, Samsung, Tecnologia
Ultimo aggiornamento:
    Blackberry tra Samsung, Microsoft e Xiaomi

    Blackberry è diventato un boccone prelibato per diverse società dell’hitech, interessate a mettere le mani su un ex-colosso del settore come quello dei canadesi, che dopo aver dominato in lungo e in largo nel segmento degli smartphone – quando ancora erano solo prerogativa dei businessmen – ora si trova ai margini, con una quota di mercato quasi nulla e con nuovi modelli che, seppur interessanti, hanno un mercato molto limitato. Chi sono i possibili acquirenti? Non solo Samsung che si è mossa per prima, ma anche Microsoft e Xiaomi.

    La storia di Blackberry ha conosciuto un suo picco nell’era pre-iPhone: di più, in quegli anni era sinonimo di smartphone stesso, per antonomasia. Questi cellulari potevano offrire una connessione costante ai server proprietari per ricevere in push le email. Cosa significa? Che, a fronte di un abbonamento, si rimaneva sempre raggiungibili, dando di fatto il colpo di grazia alla libertà quando si era lontani dall’ufficio e dal computer. C’era anche l’antesignano dell’instant messaging con BBM ossia BlackBerry Messenger per comunicare a costo zero con gli altri proprietari di BB. E poi?

    E poi Blackberry non si è evoluta, si è seduta sugli allori e ha perso il treno dei modelli con schermo touchscreen dopo l’avvento di iPhone, incontrando sulla banchina anche Nokia. I finlandesi sono naufragati e acquistati da Microsoft che prima li ha accarezzati e poi si sono presi l’anima e l’hardwaree (e i brevetti, mica roba da poco). Proprio gli americani potrebbero andare a conquistare i vicini di casa, in un Risiko del tech che vedrebbe anche altre superpotenze avvicinarsi all’obiettivo.

    Quali?

    Blackberry ha registrato un incremento di profitti nel quarto trimestre fiscale 2014 e ha dalla sua diversi brevetti. Proprio per questo motivo sono interessati anche i cinesi di Xiaomi (una delle società asiatiche più in crescita) oltre che le connazionali di Lenovo e non per ultima anche Samsung che aveva già sondato il terreno qualche tempo fa. Una previsione? Sembra ormai quasi scontato che BB continuerà la propria storia a braccetto con qualche gigante del segmento, se si trattasse proprio di Microsoft sarebbe un colpaccio notevole di Redmond, ma non si deve sottovalutare il gruppo cinese.

    417

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CellulariHuaweiMicrosoftNokiaSamsungTecnologia
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI