Instagram aggiunge filtri e emoji negli hashtag

Instagram aggiunge filtri e emoji negli hashtag
da in Instagram, Internet, Selfie, Social Network, Software, Tecnologia, Twitter
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29/04/2015 11:28

    Due piccole grandi novità per Instagram: il social network – applicazione più famosa del mondo della fotografia digitale aggiunge infatti diversi nuovi stuzzicanti filtri e anche il supporto agli hashtag con emoji. I nuovi filtri si chiamano Lark, Reyes e Juno rispettivamente per desaturare i rossi e aumentare la vividezza di blu e verdi per i panorami; per donare un effetto polveroso vintage e per lavorare sui verdi per immagini più calde. Inoltre, quando non si sa che hashtag ossia etichette con # mettere ci si può affidare agli emoji che con una faccina o un disegnino rappresentano meglio lo stato d’animo o il commento. L’update è disponibile sia per iPhone sia per Android.

    Il social network più amato dagli italiani? A sorpresa non è Facebook ma Instagram, la community dedicata alle foto. Certo, se vogliamo parlare in termini di quantità nessuno servizio web è come la creatura di Mark Zuckerberg, ma in termini di crescita è proprio Instagram (peraltro proprietà proprio di FB) il numero uno, come confermato dai dati Audiweb. Il portale blu è a quota 23-24 milioni di utenti attivi al mese, ma il fratello minore ha guadagnato un bel milione di iscritti da gennaio a luglio, superando il rivale Twitter con minuti spesi ogni 30 giorni, 705 milioni contro 468 milioni. Facebook si accontenta di un +12% di tempo speso (sono 17 miliardi di minuti al mese, signori) a fronte di -1 milione di utenti attivi.

    Quanti italiani sono iscritti a Facebook che si connettono quotidianamente alla piattaforma? Secondo le ultime stime del social network più amato al mondo la cifra è vicina ai 25 milioni di “abitanti”, come confermato dal Country Manager italiano, Luca Colombo. Un record mica male dato che è oltre un terzo della popolazione totale (62 milioni, dati ISTAT) e dato che verosimilmente le persone piuttosto anziane (che in Italia sono la maggiore fetta) oltre ai neonati e bambini solitamente non sono iscritti. Le altre curiosità riguardano il numero di amici per ogni contatto che si aggira intorno ai 300, una media del 50% superiore agli altri paesi. Traino della crescita spaventosa dell’ultimo periodo è stata senza dubbio l’esplosione degli smartphone connessi con la relativa applicazione sempre scaricata e utilizzata ogni giorno. Siamo stati un popolo di santi, poeti e navigatori e oggi tutto si è traslato online, dove spopolano anche i selfie.

    Gli italiani amano i selfie? Contando che ne scattano 29 milioni al mese con una media di oltre 2 al mese ciascuno la risposta non può che essere sì. L’autoscatto 2.0 è il vero fenomeno digitale degli ultimi tempi tanto da meritarsi il titolo di parola dell’anno grazie al dizionario Oxford e cavalca l’onda di tutte le ultime innovazioni in ambito hardware e software: gli smartphone montano sensori frontali sempre più definiti e di qualità e al tempo stesso i social network “vivono” sugli scatti rivolti verso il fotografo stesso, vera passione anche e soprattutto dei vip e delle celebrità che ormai sono diventate paparazzi di se stessi. Una recente indagine racconta come ci fotografiamo e cosa vorremmo fotografare con noi. La ricerca è stata condotta dalla società Human Highway e commissionata da Samsung e racconta di una media mensile di 2.2 selfie per un totale di 29 milioni ogni 30 giorni, che – arrotondando per eccesso – formano la strabordante e eccezionale somma di 1 milione di autoscatti italiani al mese. Il trionfo della vanità, che contagia persone di qualsiasi età, professione, ceto sociale e abilità fotografica. Si scopre così che il 55 per cento degli italiani si sarebbe scattato un selfie almeno una volta nella propria vita e, di questi, il 44 per cento ne ha “prodotto” almeno uno nell’ultimo mese. Un’esplosione di foto che sono state condivide soprattutto sui social come Facebook, Twitter e Instagram, ma anche sui servizi di messaggistica come WhatsApp o Skype.

    Se la parola “selfie” ha vinto la palma della migliore nuova dell’anno 2013 secondo il prestigioso dizionario di Oxford, si è visto che la conoscono ben tre quarti degli intervistati, ma solo il 10%, soprattutto persone over 65, ne ignora totalmente il significato. Quale sarebbe il migliore autoscatto che si vorrebbe condividere? La maggior parte degli intervistati desidererebbe al proprio fianco una persona specifica, una celebrità ovviamente. In vettà c’è il cantante preferito o comunque il gruppo musicale prediletto (21,3%), poi si punta su attore o regista preferiti (14,4%), quindi il lo (14,3%), il politico (7,8%), la star della TV (7,5%), mentre è curioso il personaggio di fantasia (7,1%) e infine anche lo scrittore (5,3%).

    Scendendo maggiormente nello specifico, qual è la celebrità al primo posto in Italia? Il cantante Vasco Rossi è il più apprezzato e desiderato da uomini e donne, poi troviamo Luciano Ligabue in vetta alla classifica maschile, mentre per quella femminile c’è Laura Pausini. Nel settore attori/attrici troviamo Sabrina Ferilli e Monica Bellucci tra le più gradite per gli uomini (chissà perché?) mentre Raul Bova, Brad Pitt e Johnny Depp svettano per le donne (ma guarda…). A proposito di selfie, ecco quelli più particolari: E voi, quanti selfie vi scattate ogni giorno?

    1125

    PIÙ POPOLARI