WhatsApp per iPhone apre alle chiamate, con calma

Finalmente WhatsApp per iPhone apre alle chiamate gratuite all'interno della piattaforma, tuttavia sarà rilasciato con gradualità. Ecco tutte le altre novità di questo ultimo upgrade

da , il

    Finalmente sono disponibili le chiamate su WhatsApp per iPhone: con l’ultimo aggiornamento di sistema sarà infatti possibile effettuare telefonate direttamente dall’applicazione per dispositivi con sistema operativo iOS. Tuttavia, molti utenti che hanno proceduto con l’upgrade del software non sono riusciti a portare a termine le call vocali gratuite all’interno della piattaforma. Scopriamo come fare per chiamare con WhatsApp gratuitamente dal vostro iPhone.

    AGGIORNARE IL SOFTWARE

    Per telefonare con WhatsApp sul vostro iPhone è necessario andare ad aggiornare la versione del software all’ultima versione disponibile. Per farlo si può andare su iTunes App Store, aprire l’applicazione e procedere con l’installazione degli aggiornamenti. Una procedura immediata e piuttosto semplice. Ovviamente gratuita. C’è però un “ma”

    ASPETTARE QUALCHE SETTIMANA

    Infatti, le chiamate sono sì disponibili, ma non subito dato che la novità sarà introdotta gradualmente nel corso delle prossime settimane dunque serve un po’ di pazienza prima di inziare a poter chiamare senza spendere un centesimo (oltre al costo del piano Internet sottoscritto) gli 800 milioni di iscritti al più grande servizio di instant messaging al mondo. Questione di breve tempo e, come per Android, anche su iPhone tutto sarà funzionante al 100%.

    LE NOVITA’

    Le altre novità riguardano la condivisione di foto che si possono ritagliare e ruotare oltre che accedervi con un pulsante “Quick”. Le chiamate su WhatsApp sono una novità che si prometteva da lungo tempo perché andavano a prendere un bacino d’utenza immenso, peraltro rompendo le uova nel paniere di Microsoft che aveva acquistato a peso d’oro Skype solamente due anni fa. Facebook, proprietaria di WA, ha voluto giocarsi la carta quasi in modo discreto, iniziando da Android e poi passando a iPhone solo quando si è appurato che la tecnologia reggesse e funzionasse al meglio. A quando la versione per Blackberry e Windows Phone soprattutto?