Come rintracciare il tuo smartphone perso o rubato

Come rintracciare il tuo smartphone perso o rubato
da in Apple, Applicazioni, Cellulari, Guide Tech, iPad, iPhone, Smartphone, Tecnologia, Windows
Ultimo aggiornamento: Giovedì 07/07/2016 11:40

    Quando uno smartphone è perso oppure rubato non è mai una bella cosa anche perché oltre al valore materiale del dispositivo c’è quello – ben più importante – dei contenuti affettivi, lavorativi, personali e così via che si hanno sulla memoria interna. Insomma, è un piccolo grande disastro, ma non tutto è perduto se si smarrisce o se si viene scippati del telefonino dato che è possibile tentare recuperare ciò che si crede andato via per sempre grazie ad alcune applicazioni. Scopriamo come fare per rintracciare lo smartphone Android, iPhone o Windows Phone. La speranza è l’ultima a morire!

    Una doverosa promessa: per provare a recuperare lo smartphone è necessario che questo sia connesso al web (con la stramaggioranza delle applicazioni e funzionalità che andremo a spiegarvi), altrimenti è praticamente impossibile portare a compimento il tentativo. Ma ormai quai ogni smartphone è connesso.

    Con iPhone esiste una funzionalità apposita da attivare, stiamo parlando dell’opzione Trova il mio iPhone che può essere messa on da Impostazioni -> iCloud. È necessario ovviamente farlo prima dato che non si può attivare in un secondo momento. Nel caso di furto o smarrimento, si può accedere alla propria utenza e recuperare la posizione da un altro iPhone, da iPad o da un Macbook o PC. Serve l’utenza ID Apple e sarà possibile anche lasciare un messaggio sullo schermo, bloccarlo, ripristinarlo o farlo suonare.

    Esiste un servizio analogo anche per Android, progettato direttamente dalla casa madre e si attiva seguendo il percorso Impostazioni -> Sicurezza andando a mettere su attiva le voci Localizza questa dispositivo da remoto e Consenti blocco da remoto e resetta. Successivamente si può recuperare la posizione da un altor dispositivo Android (smartphone o tablet) grazie all’app Gestione Dispositivi Android oppure da un PC. Anche qui si potrà farlo squillare, bloccarlo o lasciare un messaggio.

    Procedura molto simile anche per Windows Phone: si dovrà andare su Impostazioni -> Trova il mio telefono e da qui si potrà comandare via remoto via SMS e notifiche push, si potrà effettuare il salvataggio periodico della posizione del dispositivo anche quando questo è spento. E dunque si potrà accedere a Trova il mio telefono dal sito ufficiale di Windows Phone.

    448

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI