NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Samsung Galaxy S6: pro e contro del nuovo topclass

Samsung Galaxy S6: pro e contro del nuovo topclass
da in Android, Cellulari, Samsung, Smartphone, Tecnologia
Ultimo aggiornamento: Lunedì 02/03/2015 09:26

    Samsung Galaxy S6 è ufficiale dopo la presentazione che al Mobile World Congress 2015 ha tolto i veli anche dal fratello curvo Samsung Galaxy S6 Edge e convince per una scheda tecnica di straordinaria potenza in ogni suo componente, ma ha anche un paio di caratteristiche che non soddisfano poi così tanto. Andiamo a scoprire di più di questo terminale che promette performance e tanta qualità, ma che dimentica per strada alcuni particolari non così secondari. Trovate tutto nelle successive pagine.

    Partiamo subito dalla scheda tecnica di questo mostro che parte dal sistema operativo è Android 5.0.2 Lollipop con Touchwiz, prosegue con un ampio ma non troppo display Super AMOLED con vetro Gorilla Glass 4 da 5,1 pollici a risoluzione QHD ossia 2560×1440 pixel con una densità pari a 577ppi, governato da un processore Samsung Exynos 7420 octa-core a 64-bit con quattro core a 2,1 GHz e quattro core a 1,5 GHz e processo produttivo a 14 nm che lavora in coppia con una Ram da 3GB e a una memoria da 32, 64 oppure 128GB senza slot microSD. Migliora la fotocamera che è sempre da 16 megapixel ma con un OIS ossia stabilizzatore ottico delle immagini e soprattutto con un’apertura f/1.9, HDR in tempo reale e speciale sensore ad infrarossi per il bilanciamento del bianco. Aumenta la qualità della fotocamera frontale da 5 megapixel con lenti f/1.9 anche lei. Completano il quadro Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.1, NFC, LTE Cat-6, batteria da 2550mAh. La scheda tecnica riassunta con le specifiche:

    • Sistema operativo Android 5.0.2 Lollipop con Touchwiz
    • Schermo con diagonale da 5,1 pollici a risoluzione QHD ossia 2560×1440 pixel con una densità pari a 577ppi per il pannello di natura Super AMOLED Gorilla Glass 4
    • Processore Samsung Exynos 7420 octa-core a 64-bit con quattro core a 2,1 GHz e quattro core a 1,5 GHz e processo produttivo a 14 nm
    • Fotocamera con sensore da 16 megapixel con OIS ossia stabilizzatore ottico delle immagini con apertura f/1.9, HDR in tempo reale e speciale sensore ad infrarossi per il bilanciamento del bianco
    • Fotocamera frontale è da 5 megapixel
    • Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.1, NFC, LTE Cat-6
    • Ram da 3GB e una memoria da 32, 64 oppure 128GB senza possibilità di espandere la memoria via microSD
    • Sensori: impronte digitali, battito cardiaco, infrarossi, supporto alla ricarica wireless Qi e PMA
    • Dimensioni 143.4mm x 70.5mm x 6.8mm per 138 grammi

    L’estetica migliora notevolmente grazie all’uso di metallo, alluminio nello specifico con vetro a protezione di fronte e retro e una ampia scelta di colorazioni come bianco, nero, oro e blu. Le dimensioni sono di 143.4mm x 70.5mm x 6.8mm per 138 grammi. Non c’è più dunque la plastica che tanto ha fatto discutere. Il pro è un design più curato, il contro è che peggiora un po’ il grip e soprattutto si perde la resistenza ad acqua e polvere che contraddistingueva S5.

    Un altro particolare che non convince molto è la batteria che è da 2550mAh contro i 2800mAh del rivale. Una scelta motivata con uno spessore e un peso più ridotti e dunque una riduzione di spazio interno che però non patisce molto visto che il processore – seppur più potente – consuma meno energia. Si dice anche che con 10 minuti di carica si avranno 2 ore di autonomia e che ogni 2 punti percentuali di carica equivalgono a 10 minuti d’uso.

    Un’altra conseguenza del restyling di Samsung è la perdita della slot per microSD ossia per espandere la memoria che così ora sarà solo e solamente quella montata a bordo che si renderà disponibile nei tagli da 32, 64 e 128GB, aumentando le prestazioni. Pensare alle nuove microSDXC da 200GB fa storcere il naso, ad ogni modo…

    Ma quindi, quanto è consigliabile questo nuovo Samsung Galaxy S6? Se si prende Samsung Galaxy S5 allora la differenza di prezzo – oltre 700 euro il primo, anche meno di 450 euro il secondo – non giustifica il surplus e dunque il peggior rivale è in casa, come al solito. I componenti migliorati sono un motivo di interesse solo per i veri smanettoni, ma per la stragrande maggioranza degli utenti S5 è ancora attualissimo, se non addirittura S4.

    969

    PIÙ POPOLARI