Come cancellarsi da Twitter in pochi secondi

Come cancellarsi da Twitter in pochi secondi
da in Guide Tech, Internet, Social Network, Tecnologia, Twitter
Ultimo aggiornamento: Giovedì 07/07/2016 11:47

    Come cancellarsi da Twitter subito

    Perché mai cancellarsi da Twitter? Ci sono diverse motivazioni: perché il social network non è quello che fa al caso nostro e preferiamo Facebook, perché non lo capiamo a fondo, perché non abbiamo tempo o voglia di aggiornarlo o semplicemente perché ne siamo stufi e vogliamo chiudere il discorso. Come potrete facilmente immaginare, non è così semplice trovare la pagina con il comando per eliminare la propria utenza online perché il portale ha tutti gli interessi di nascondere il più possibile questa funzione e così di trattenere il più a lungo possibile gli iscritti. In secondo luogo non è immediata, perché le informazioni diffuse fino a quel momento rimangono sulla memoria del server per qualche settimana, finché non sono sovrascritte da altre nuove. Siete decisi a fare fuori il vostro Twitter? Armatevi di mouse e saltate dopo la continuazione.

    1) Il primo passo è quello di recarsi presso la pagina di impostazioni. Dove si trova? Molto semplice, è raggiungibile cliccando la rotella dell’ingranaggio in alto a destra. Si clicca una prima volta per far apparire il menu a tendina, poi si scorre il cursore del mouse verso il basso fino a cliccare su Impostazioni per entrare nella pagina apposita.

    2) Il secondo passo è quello di scorrere la pagina delle impostazioni che si è nel frattempo aperta (non è necessario aprirne altre) verso il basso fino a incontrare la dicitura “Disattiva il tuo account“. Come si può vedere è un anonimo link fuori dal layout standard e dunque meno leggibile e volutamente tenuto in un posto poco facile da individuare.

    3) FInito qui? Ma no: appare la pagina più importante, che è un po’ l’ultimo tentativo di Twitter di trattenere l’utente all’interno del social network. In primo luogo chiede malinconicamente: “È un addio?”. Poi passa al vittimismo: “Sei sicuro di non volerci ripensare? È stato per qualcosa che abbiamo detto? Facci sapere” con tanto di link. Se non basta passa alle maniere più ruvide o comunque meno coccolose spiegando cosa si perde e come funziona l’iter. Lo fa in modo chiaro e preciso. Si scopre che i dati vengono conservati per 30 giorni poi vengono cancellati definitivamente consentendo di poter riattivare l’utenza in quel lasso di tempo. Come? Semplice, riaccedendo. C’è poi un consiglio: “Non è necessario disattivare il tuo account per cambiare nome utente o URL di Twitter. Puoi cambiarlo sulla pagina delle impostazioni”. In tal modo tutte le @risposte e i follower rimarranno invariati. Viene infine specificato che sui motori di ricerca potrebbero apparire ancora i tweet e l’attività per un po’. Cliccare su Disattivare Account.

    4) Prima di disattivare definitivamente però è necessario inserire la password della propria utenza, giusto per evitare che qualche burlone approfitti di un computer lasciato acceso e incustodito. Inserire la parola chiave e poi cliccare su conferma.

    5) Finito, l’utenza è stata cancellata. Come detto è possibile anche riattivarla entro e non oltre i successivi 30 giorni. E se siete in animo da cancellazione dai social network, eliminatevi anche da Facebook in pochi minuti, così.

    725

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI