Il videogioco che ti preleva sangue ogni volta che ti ferisci

Il videogioco che ti preleva sangue ogni volta che ti ferisci
da in Crowdfunding, Kickstarter, Tecnologia, Videogiochi
Ultimo aggiornamento:
    Il videogioco che ti ferisce ogni volta che muori

    Si chiama Blood Sport e già il nome è un programma: stiamo parlando del nuovo videogioco che incentiva alla donazione del sangue… prelevandolo direttamente dal giocatore. In buona sostanza, ogni volta che si viene feriti nel mondo virtuale, si perde un po’ di sangue nel mondo reale. Come? Attraverso un sistema del tutto simile a quello utilizzando durante le donazioni del liquido ematico. Attualmente il software e la sua piattaforma di prelievo è in via di realizzazione, ma già si stanno raccogliendo fondi su Kickstarter, il celeberrimo portale sul crowfounding.

    La struttura è davvero molto semplice perché è formata da una piastra Arduino (sai perché si chiama così? Scoprilo) collegata da due semplici cavi a un sistema di prelievo automatico del sangue. Il componente hitech andrà a informare quanto sangue prelevare in base all’andamento del gioco, ma soprattutto in base anche all’età, peso e condizioni mediche di chi si presterà a questa tortura hitech. Non è molto rassicurante la presenza di un ago per una lunga durata di tempo (come può essere quella di una sessione videoludica) per di più agitandosi e non rimanendo calmi come in occasione di un tradizionale prelievo.

    Qual è lo scopo di questa iniziativa? Non è un progetto ideato da un masochista, che magari gioca a GTA 5 così da donare litrate di sangue, quanto un mezzo per sensibilizzare l’utenza anche giovane sulla problematica delle donazioni. L’obiettivo è quello di creare una piattaforma multiplayer e una serie di manifestazioni chiamate “Blood donation gaming events” in giro per il mondo. Il primo potrebbe essere il 17 marzo prossimo a Toronto in Canada, sempre che la raccolta fondi vada a buon fine.

    Già, perché il progetto dipende da quanto si riesce a raccattare su Kickstarter.

    Donando 5 euro si può semplicemente apporre il proprio nome nella lista dei donatori (di soldi), con 10 euro si può partecipare a una delle manifestazioni della prossima primavera, con 25 dollari si può essere protagonisti del primo evento, con 100 dollari si prova in anteprima due settimane in anticipo, con 500 tre e con 1000 e 5000 dollari ci saranno benefit speciali. Attualmente, la raccolta fondi non sta andando benissimo, dato che si è ben lontani dal target, se si è interessati ecco il link diretto.

    IL SIMULATORE DI EBOLA

    467

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CrowdfundingKickstarterTecnologiaVideogiochi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI