Manta 7x, lo smartphone che ti legge la mano

da , il

    Manta 7x, lo smartphone che ti legge la mano

    Manta 7X è il nuovo smartphone che appare in Cina per una volta differenziandosi in modo netto dai concorrenti: questo terminale è infatti completamente sprovvisto di tasti fisici. Dal volume alla fotocamera passando per il pulsante home, non c’è alcun supporto per la pressione, ma tutto viene risolto grazie a una particolare interfaccia personalizzata che consente di poter adattare il display a seconda di dove si sta passando il dito. In più è anche impermeabile all’acqua. Scopriamone di più.

    La scheda tecnica di Manta 7X è abbastanza soddisfacente, anche se per la verità non così attuale. Troviamo uno schermo con diagonale da 5,5 pollici a risoluzione Full HD ossia 1920×1080 pixel con una densità pari a 401 ppi e un processore Qualcomm Snapdragon 801 quad-core con una frequenza di 2,5 GHz e una Ram da 2GB. La memoria interna è da 32GB, c’è una fotocamera sul retro da 13 megapixel con apertura f/2.0 dotata di stabilizzatore ottico e doppio flash LED con doppia tonalità così come iPhone e una fotocamera frontale per selfie. Il sensore frontale è prodotto da Sony e raggiunge una risoluzione pari a 13 megapixel, con la protezione fornita dal vetro zaffiro. Completano il quadro il GPS, il Wi-Fi, il Bluetooth e una batteria pari a 4200mAh con un’autonomia pari a 35 ore in conversazione e 138 ore in riproduzione musicale. Il sistema operativo è basato su Android 4.4.4 KitKat. Il riepilogo della scheda tecnica:

    • Display 5,5 pollici a risoluzione Full HD ossia 1920×1080 pixel con una densità pari a 401 ppi
    • Sistema operativo Android 4.4.4 KitKat
    • Processore Qualcomm Snapdragon 801 quad-core con una frequenza di 2,5 GHz e una Ram da 2GB
    • Fotocamera sul retro da 13 megapixel con apertura f/2.0 dotata di stabilizzatore ottico e doppio flash LED
    • Memoria interna da 32GB
    • GPS, Wi-Fi, Bluetooth
    • Batteria da 4200mAh

    Come detto, questo smartphone cinese si avvale di uno speciale sistema di riconoscimento della mano e delle dita per ovviare alla totale mancanza di pulsanti fisici. Se ad esempio si ha il pollice vicino a una zona dello schermo quando questo è bloccato, per riattivarlo apparirà una finestrella lì vicino e così via per tutte le altre funzioni. Un’idea intrigante, che però restituisce un dispositivo molto spesso e poco attraente sotto il profilo del design, peccato. il prezzo non è nemmeno così abbordabile, 570 euro circa.