Aggiornamento OS X 10.10.2 Yosemite: Apple corre ai ripari

da , il

    Aggiornamento OS X 10.10.2 Yosemite: Apple corre ai ripari

    Apple ha diramato l’aggiornamento al sistema operativo OS X 10.10.2 in versione beta a tutti gli utenti iscritti al programma Appleseed oltre che ovviamente agli sviluppatori. Si tratta di un accorgimento che sta per essere diffuso poi a livello globale e ufficiale per andare a correggere alcune imperfezioni come i problemi di connettività senza fili Wi-Fi riscontrati da alcuni utenti. Con il numero di build 14C68K, il file pesante 422MB porta con sé anche la nuova versione del browser Safari (8.0.2) e di Mail (8.2). Ma rinfreschiamo la memoria sulle novità del nuovo OS che apporta svariate funzionalità interessanti.

    TUTTE LE NOVITA’ DI YOSEMITE

    È OS X Yosemite il nome ufficiale del nuovo sistema operativo di Apple per Mac che è stato presentato al WWDC 2014 di questa sera a San Francisco. Come da previsioni, ci si ispira profondamente a iOS (come iOS 8 appena ufficializzato) con un design che ricorda molto da vicino il cugino OS per dispositivi mobile, con un’estetica “piatta” con quasi tutto che è stato ridisegnato dalle icone principali ai dettagli come i pallini rosso-verde-giallo per agire sulle cartelle. Anche le cartelle cambiano diventando semi trasparenti per un uso più confortevole. Migliora anche il Centro Notifiche che si arricchisce e segue a scia iOS oltre che aprire anche ad accogliere notifiche di software di terze parti. Ma la novità più grossa è la possibilità di telefonare col Mac. Si può già scaricare gratis in versione Preview per sviluppatori. Ma anche per semplici curiosi. Scopriamone di più.

    CENTRO NOTIFICHE EVOLUTO

    La prima grande novità è quella che riguarda appunto il Centro Notifiche migliorato e sempre più simile a quello di iOS con la possibilità di visualizzare le notifiche su più barre e non soltanto su una. La ricerca tramite Spotlight acquisisce tutto un altro sapore e un’altra profondità di azione dato che consente di miscelare i risultati sull’hard disk locale del dispositivo con quelli pescati dal web. Si potrà così avere una panoramica completa con tanto di Mappe, dati e informazioni da Wikipedia e Google e così via. A proposito di Google: per la prima volta dal grande abbandono di un paio di anni fa, Apple lo ri-accorpa in modo deciso all’interno dei propri OS.

    NUOVI ICLOUD E SAFARI

    Sicuramente funzionale e molto utile, iCloud Drive non si può certo chiamarlo originale dato che è una versione di Apple di Dropbox o di un qualsiasi altro servizio di cloud computing dedicato all’archiviazione. Consente di effettuare facilmente la sincronizzazione e la condivisione dei file su Mac, iOs e anche su sistemi operativi “rivali” come Windows. Per una ricerca più facile e sicura, anche in questo caso si potrà utilizzare il sistema Spotlight. Grosse novità per il browser per navigare su Internet ossia Safari che sarà più veloce (fino al doppio, grazie a un nuovo motore javascript) rispetto a Chrome e Firefox – IE non viene proprio menzionato – e con nuove funzioni come una navigazione a schede rivista e funzioni come l’editing e la condivisione di foto migliorata.

    TELEFONARE COL MAC

    Ma c’è, infine, un’altra importante novità come AirDrop e la sua innovativa capacità di far comunicare i vari dispositivi mobile con iOS e i Mac per trasferimenti file rapidissimi a breve distanza. Si potrà così ad esempio continuare un lavoro iniziato su iPad anche su iPhone, oltre che sfruttare funzionalità tipiche di un dispositivo su un altro attraverso un pairing immediato. Ad esempio si potrà telefonare con un Mac agganciandosi a un iPhone nelle vicinanze e dunque “sfruttando” la sua connettività telefonica. Stesso dicasi per la navigazione sul web. Arriverà verso fine estate inizio autunno il nuovo Yosemite, che tuttavia si può anche scaricare in versione preview da oggi, gratis non solo per sviluppatori ma anche per i curiosi.