Wiko Rainbow: test e recensione dell’Android dual sim

Wiko Rainbow: test e recensione dell’Android dual sim
da in Android, Cellulari, Smartphone, Tecnologia

    Wiko Rainbow è un ottimo smartphone con tecnologia dual sim, sistema operativo Android e processore quad core che la società francese ha fatto debuttare in Italia con un prezzo molto stuzzicante di 149 euro. Come funziona e ne vale la pena l’acquisto? Abbiamo provato a rispondere a queste domande con la nostra recensione completa, che si focalizza su design e confezione d’acquisto, scheda tecnica e caratteristiche, funzionalità software e gli immancabili pro e contro. Dopo il salto tutti gli approfondimenti compresa la video-recensione e diverse foto.

    Gradevole il design del dispositivo con display da 5 pollici con cornice abbastanza spessa, altoparlante ricevitore con fotocamera anteriore e sensori nella parte superiore e i tre pulsanti capacitivi indietro, home e cerca in quella inferiore. Il microfono è sul fondo, sul lato destro c’è il pulsante on/off/standby e su quello sinistro il bilanciere di volume e zoom. In alto il jack da 3.5 mm e ingresso microUSB sul retro fotocamera, flash, logo e altoparlante di sistema. La back cover è removibile rivelando la doppia slot per la SIM e ingresso microSD. In confezione d’acquisto: smartphone, batteria removibile, cuffie con auricolari standard e risponditore con microfono integrato, cavo USB-microUSB, adattatore presa di corrente-USB e manuale cartaceo.

    Di medio range, ma più che completa, la scheda tecnica di Rainbow parte dal sistema operativo Android Jelly Bean con leggera personalizzazione interna, processore quad core 1.3 GHz con 1GB di Ram, misura 146 x 74 x 9.3 mm per 167 grammi di peso, offre una connessione HSPA+, memoria interna da 4GB espandibile di ulteriori 32 via microSD, display 5 pollici IPS LCD capacitivo a risoluzione 1280×720 pixel 293ppi, Bluetooth 4.0, GPS, Wi-Fi, tecnologia MicroUSB, fotocamera posteriore da 8 megapixel con flash LED e fotocamera frontale da 2 megapixel, sensori Accelerometro, Prossimità, Bussola e batteria da 2000mAh.

    • Sistema operativo Android Jelly Bean
    • Dimensioni 146 x 74 x 9.3 mm per 167 grammi di peso
    • Processore quad core 1.3 GHz con 1GB di Ram
    • Connessione HSPA+
    • Memoria interna da 4GB espandibile di ulteriori 32 via microSD
    • Bluetooth 4.0, GPS, Wi-Fi
    • Accelerometro, Prossimità, Bussola
    • Batteria da 2000mAh da 628 minuti a 260 ore

    Vi rimandiamo al nostro video di recensione per tutte le funzionalità e uno sguardo approfondito sulla parte software e sul sistema operativo. Sarà così possibile dare un’occhiata più profonda alla parte legata alle applicazioni pre-installate e anche alle gestures, alla fotocamera digitale frontale/posteriore, widget e navigazione Internet.

    PRO: questo dispositivo si avvale di colori accesi come giallo, turchese, fucsia e corallo che piaceranno sicuramente ai più giovani, ha una scheda tecnica solida e convincente con processore quad core, espansione memoria via microSD, salva foto e video di buona qualità, vi consigliamo di scattare in modalità HDR e la batteria arriva a fine giornata senza problemi. Per ultimo, ma non per importanza, l’assistenza superveloce di Wiko attiva in 3 giorni in caso di bisogno, grazie a 180 centri sparsi per tutto il territorio.

    CONTRO: la memoria a disposizione è di soli 2GB ergo una schedina microSD è indispensabile, lo schermo è a bassa definizione per la diagonale offerta e si ingrassa facilmente; è un po’ ingombrante avendo parecchia cornice intorno al display, gli auricolari non sono in-ear e lo speaker sul fondo si tappa quando il cellulare è poggiato faccia in su.

    Il prezzo è di 149 euro, ma si trova ormai anche a 15 euro in meno online e come rapporto qualità/costi è davvero molto interessante. Lo consigliamo a chi vuole un phablet non esagerato, con un prezzo per tutte le tasche.

    Vedi anche gli ultimi Wiko presentati:
    >> Wiko Slide, il phablet low cost
    >> Wiko Getaway, lo smartphone

    841

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AndroidCellulariSmartphoneTecnologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI